Cerca

Nervi tesi

Egitto, l'Ue: "Rivedere rapporti col Cairo". El Baradei lascia il Paese

Governo ed esercito tengono duro contro i "terroristi" Fratelli musulmani. L'ex vicepresidente vola in Austria. Oggi nuove proteste

Egitto, l'Ue: "Rivedere rapporti col Cairo". El Baradei lascia il Paese

"Rivedere i rapporti con il Cairo". E' l'annuncio dell'Unione Europea che prova così a dare una sterzata alla drammatica situazione in Egitto. Un comunicato congiunto del presidente del Consiglio Europeo Herman Van Rompuy e del presidente della Comissione Europea Jose Manuel Barroso esorta tutte le parti in Egitto a mostrare moderazione ed evitare un'ulteriore escalation delle violenza. "La Ue, insieme ai suoi stati membri, revisionerà in modo urgente nei prossimi giorni le sue relazioni con l'Egitto ed adotterà misure tese a perseguire questi obiettivi". Azione politica che si unirebbe a quella economica, con donatori internazionali che hanno già annunciato il taglio agli aiuti al governo del Cairo. Minacce "rifiutate e respinte al mittente" dal ministro degli Esteri Nabil Fahmy. Il braccio di ferro, sanguinoso, tra esercito e Fratelli musulmani dunque andrà avanti anche la prossima settimana. E alle 16 i sostenitori di Morsi torneranno a sfilare in piazz

Tregua al Cairo - Mentre Mohamed el-Baradei, premio Nobel per la pace, secondo quanto riferito dalla Cnn ha lasciato il Cairo per volare in Austria, le manifestazioni sono state sospese. I Fratelli Musulmani hanno annullato due dei cortei indetti a Il cairo, citando preoccupazioni per la sicurezza dei partecipanti. Ma la tensione rimane alta. I militari controllano i documenti a tappeto e si teme che gli scontri possano riprendere da un momento all'altro. Anche dai militari arrivano segni di distensione. "L'esercito non ha intenzione di prendere il potere e vuole l'inclusione degli islamisti", ha detto il ministro della Difesa e capo delle forze armate egiziane, il generale Abdel-Fatah el-Sisi. "Abbiamo dato molte possibilità per mettere fine alla crisi in modo pacifico - continua - Chiediamo che i seguaci dell'ex regime partecipino alla ricostruzione del percorso democratico e si integrino nel processo politico e nella mappa futura. C'è però chi non si arrende: viene segnalato che centinaia di dimostranti pro-Morsi si stanno radunando a Piazza Roxy, a pochissima distanza dal palazzo della presidenza egiziana a Heliopolis.

Farnesina: "Stop ai voli dall'Italia" - Mentre la Farnesina ha bloccato tutti i voli diretti nelle località turistiche egiziane, a Hurghada (dove nei giorni scorsi sono andate in scena violente proteste) sono arrivati 5.600 turisti, con un movimento di 56 aerei. Lo afferma il direttore dello scalo, Sami Abdel Meneim, sottolineando che nell'area sono state rafforzate le misure di sicurezza. Dal 30 giugno sono arrivati "350.000 turisti", stimano le autorità locali. Il governatore del Sud Sinai, Khaled Fouda, assicura invece che la situazione è "assolutamente tranquilla a Sharm", dove il flusso delle presenze nei resort è attestato al 56% della ricettività.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Satanasso

    19 Agosto 2013 - 15:03

    Vorrei chiedere una cosa all'Unione Europea...Ma un etto e mezzo di cazzi vostri no eh ? Lasciate che gli arabi vivano e si ammazzino tra di loro. Volete capire che l'ISLAM e la democrazia non sono compatibili col mondo arabo ? La democrazia non'è un abito griffato che fatto indossare ed un beduino del deserto lo trasforma in un norvegese...Ognuno a casina sua e stop !

    Report

    Rispondi

  • raucher

    19 Agosto 2013 - 11:11

    I progressisti laici in Egitto sono un'infima minoranza . La grande massa di poverissimi analfabeti è dalla parte dei FM perchè trae dalle organizzazioni religiose il pane quotidiano con cui sopravvive a stento. Avete mai messo piede in Egitto?Un posto lurido ,pieno di miserabili.I FM sfruttano la povertà e l'ignoranza per formare terroristi.

    Report

    Rispondi

  • Joachim

    19 Agosto 2013 - 09:09

    Cara EU...abbiamo tropi problemi per occuparci dell'Egitto. L'esercito sapra spazzara via quella setta dei F.M. guidata dal fratello del rettore di Al Khaida...al jamahiri..... Consentire a Morsi di continuare serebbe stato un balzo nel Medio Evo della Sharia..poichè di fatto non era Morsi a governare ma la sua setta fanatica...che mette a ferro e fuoco le chiese, i Copti, il progresso Egiziano, le attività industriali e il benessere derivante dal petrolio, il turismo e i rapporti con Isreale. Come può l'UE' impelagarsi in cose che non capiscono e si schierano sempre dalla parte sbagliata. RIVEDETE LA VOSTRA TESTA VUOTA DI BUROCRATI INUTILI E PARASSITICI.

    Report

    Rispondi

  • primus

    19 Agosto 2013 - 09:09

    Unione Europea, una cosa inutile e assurda, mandano in Afghanistan i militari a morire contro i terroristi islamici per poi prenderne le difese verso quelli egiziani....buffoni

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog