Cerca

Seni "esplosivi"

Tette finte riempite col tritolo
Massima allerta terrorismo
all'aeroporto di Heathrow

Gli ordigni, opera del mago degli esplosivi di Al Qaeda Al-Asir, verrebbe poi azionati in volo da donne kamikaze per far saltare gli aerei

Tette finte riempite col tritolo
Massima allerta terrorismo
all'aeroporto di Heathrow

La notizia ferebbe anche ridere, non fosse che di terrorismo si parla. Da giorni l'aeroporto londinese di Heathrow, il maggiore scalo europeo, è in stato di massima allerta per un possibile attentato di al Qaeda realizzato da donne kamikaze con falsi seni imbottiti di esplosivo invece di silicone. E' quanto rivela il tabloid britannico Daily Mirror citando fonti dell'intelligence britannica. L'autore dei particolarissimi ordigni sarebbe il genio degli esplosivi di al Qaeda nella Pensiola Arabica, Ibrahim al-Asir, autentica primula rossa dato per ferito alcuni giorni fa nell'attacco di un drone Usa. Notizia non ancora confermata. Fonti della sicurezza aeroportuale hanno riferito al Mirror di "una minaccia credibile" di donne kamikaze il cui falso seno trasformato in bombe da far esplodere su aerei in partenza dal Regno Unito. La notizia di ordigni impiantati nei corpi di kamikaze non è nuova ma è la prima volta che si sente di seni al tritolo invece che al silicone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Gancherro

    19 Agosto 2013 - 00:12

    Complimenti per la sua sagace battuta, pezzo di cretino! Che c'entra con l'articolo? Credi di far ridere? Riderai solo tu e qualche altro tuo deficiente sodale, testa di rapa! Ma parla di pecore e capre che sono la tua specialità, COGLIONE!

    Report

    Rispondi

  • belbelpietro

    18 Agosto 2013 - 22:10

    ......rischierei!

    Report

    Rispondi

  • 19gig50

    18 Agosto 2013 - 20:08

    Questi sono proprio delle teste di minchia.

    Report

    Rispondi

  • belbelpietro

    18 Agosto 2013 - 19:07

    Pericolo di esplosione!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog