Cerca

Egitto

Egitto, scarcerato Mubarak Cadono le accuse per l'ex premier

Esce di prigione l'ex rais egiziano Rimarrà ai domiciliari 25 militari uccisi nel nord del Sinai

Egitto, scarcerato Mubarak Cadono le accuse per l'ex premier

Cadono le accuse più gravi a carico di Hosni Mubarak, l'ex rais egiziano deposto nel 2011. Le autorità giudiziare ne hanno disposto la scarcerazione entro 48 ore: l'ex premier rimarrà agli arresti domiciliari. Mubarak, 85 anni, è accusato di corruzione e concussione. Sarà comunque sottoposto a processo il 25 agosto, insieme al suo ex ministro degli Interni Habib al-Adly e sei altri membri dell'ex regime, accusati di complicità nella morte dei manifestanti durante le rivolte del 2011.

Altre 25 vittime - Mentre Mohamed el-Baradei, premio Nobel per la pace, secondo quanto riferito dalla Cnn ha lasciato il Cairo per volare in Austria, la situazione rimane critica. Nonostante i Fratelli Musulmani abbiano annullato due dei cortei indetti a Il cairo, citando preoccupazioni per la sicurezza dei partecipanti, si contano altre 25 vittime tra i militari, nel nord del Sinai. I militari controllano i documenti a tappeto e si teme che gli scontri possano riprendere da un momento all'altro. Tuttavia ci sono segni di distensione: "L'esercito non ha intenzione di prendere il potere e vuole l'inclusione degli islamisti", ha detto il ministro della Difesa e capo delle forze armate egiziane, il generale Abdel-Fatah el-Sisi. "Abbiamo dato molte possibilità per mettere fine alla crisi in modo pacifico - continua - Chiediamo che i seguaci dell'ex regime partecipino alla ricostruzione del percorso democratico e si integrino nel processo politico e nella mappa futura". C'è però chi non si arrende: viene segnalato che centinaia di dimostranti pro-Morsi si stanno radunando a Piazza Roxy, a pochissima distanza dal palazzo della presidenza egiziana a Heliopolis.

Francesca Canelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marari

    19 Agosto 2013 - 19:07

    deve chiedere ad Obama perché tramò per far cadere Moubarak dopo che gli USA lo avevano finanziato per lunghi anni e perché fece accordi con i Fratelli Mussulmani, elargendo loro fiumi di denaro, perché prendessero il potere. Dovevano creare un califfato? Quando uscirà fuori la verità?

    Report

    Rispondi

  • afadri

    19 Agosto 2013 - 15:03

    Arrivano notizie sempre più allarmanti da quel paese dove questi imbecilli non solo si sparano tra di loro, ma attaccano istituzioni e la comunità cristiana che in quel paese è li per aiutare questi beduini. Presidente Letta ma lei dov'è? adesso bisogna dire basta con misure di ritorsioni. Fuori immediatamente dal paese tutti i mussulmani Egiziani e non. Espulsione ! non importa se poi questi siano bravi o cattivi mussulmani. Ne abbiamo piene le scatole di porgere l'altra guancia. E alle agenzie turistiche. Boicottaggio totale del turismo in Egitto.!

    Report

    Rispondi

blog

Attilio Barbieri
sds

sds

di Attilio Barbieri