Cerca

L'attacco

Siria, gli attivisti denunciano uso di gas nervino/ VIDEO

Secondo la tv araba almeno 500 morti nell'attacco a Ghouta, il governo siriano nega tutto

Siria

Strage in Siria

Gli attivisti siriani parlano di 213 morti, Al Arabiya, la tv araba, di almeno 500, il governo nega tutto. Difficile capire se l'attacco denunciato dagli attivisti  dell'uso di gas nervino da parte del regime è reale. "Centinaia di martiri e feriti, tra cui donne e bambini, sono il risultato dell'attacco criminale nella città di Ghouta", scrivono i Comitati locali di coordinamento. E confermano postando foto e video su Youtube, di cui non è accartata l'autenticità. 

Il video dell'attacco, di cui ancora non si conosce l'autenticità, su LiberoTv

Ma fonti del governo siriano, citate dall'agenzia ufficiale Sana, hanno smentito l'uso di armi chimiche in un bombardamento sulla regione adiacente Damasco, affermando che si tratta solo di "un tentativo di ostacolare il lavoro degli ispettori dell'Onu sulle armi chimiche".  La notizia coincide, infatti, con la presenza a Damasco degli ispettori Onu incaricati di una missione, che durerà 14 giorni, per verificare l'uso di armi chimiche nelle zone più colpite dal conflitto. L'Osservatorio siriano per i diritti umani tuttavia ha dichiarato ufficialmente che l'attacco c'è stato e tra le vittime ci sarebbero anche molti bambini. Comunque i militari non hanno intenzione di fermarsi: "E' il più massiccio attacco dall'inizio del conflitto due anni fa", afferma una fonte. "Stiamo facendo grandi progressi a Jobar, Zamalka, Ghouta e Muadamieh e l'esercito darà presto buone notizie alla popolazione quando avrà eliminato questi jihadisti", conclude.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marks

    21 Agosto 2013 - 14:02

    Forza Assad ancora un piccolo sforzo per eliminare i delinquenti inviati a casa tua dai soliti noti , poi magari se vieni in Italia magari con l'aiuto di Al-Sisi che ti ingaggiamo noi , qui di merda da eliminare ne abbiamo molta.

    Report

    Rispondi

  • gianko

    21 Agosto 2013 - 14:02

    e allora?? qual'è il problema? l'atomica, le bombe al fosforo, i defolianti, e tutti i mezzi di distruzione di massa, li possono usare solo i *sedicienti democratici, usa, inghilterra, russia, perchè hanno vinto la IIa guerra mondiale?* in irak, dove hanno impiccato SADDAM HUSSEIN (che usò GIUSTAMENTE il gas nervino) cosa è migliorato?? ma come si fa ad essere così imbecilli e disinformati da non capire che l'islam è incompatibile con la democrazia? ammesso e non concesso che noi si viva in una democrazia (dove ti massacrano di tasse per mantenere un'enorme moltitudine di fancazzisti di stato, dove i diritti acquisiti valgono solo x lorsignori, dove le banche ricevono aiuti, il vaticano non paga l'imu, lo stato non paga i fornito, ecc.. dove gli idioti tirano le statuette al berlusca, ma non c'è nessuno che tira pietre in faccia al sorcio TERRONE che sta studiando di falcidiare ancora le pensioni, non quelle d'oro dei figli di troia, quelle di chi ha sgobbato e pagato x 40 e + ..

    Report

    Rispondi

  • undone

    21 Agosto 2013 - 12:12

    però se cade, con la zampina dell'occidente ovvio, cosa succede in Siria? che al potere ci vanno gli islamici filo-al quaeda. I tanto acclamati ribelli non sono altro che gli integralisti islamici. e ci troveremmo con un'altra base del terrore tipo iran. vedi cosa sta accadendo in egitto, là forse se ne sono accorti in tempo e stanno cercando di tornare indietro. quindi andiamoci piano nell'augurarci la caduta del cattivone assad

    Report

    Rispondi

blog