Cerca

Nuovi paradigmi

Bonino: "Obama, un errore incontrare i gay in Russia"

Emma Bonino

Emma Bonino

Dal 7 al 9 settembre, insieme a Papa Francesco, Emma Bonino digiunerà contro la probabile guerra in Siria. La notizia non è certo nuova, ma continua a sorprendere: una radicale a braccetto col clero non si vede spesso. E meno ancora - eccola, la notizia più fresca - si vede una radicale prendere posizione contro gli omosessuali. Certo, il discorso è più articolato e anche in questo caso si lega a doppio filo con la Siria. Ma tant'è. Per la Bonino "l'incontro di Obama con un gruppo di attivisti gay russi al margine del G20 di San Pietroburgo è un errore politico. Un'ingerenza - prosegue il ministro degli Esteri - che potrebbe irrigidire il presidente Vladimir Putin".

La ratio di Emma - Tutto ruota attorno alla normativa anti-gay varata in Russia, per la quale la stessa Bonino aveva chiesto spiegazioni all'omologo a Mosca, Sergey Lavarov. Una normativa che la Bonino non condivide ma che ora, con un possibile conflitto sullo sfondo, non deve essere tirata in ballo: l'ingerenza di Obama, infatti, potrebbe radicalizzare le posizioni di Vladimir Putin, contrario a un intervento contro il regime di Damasco. "In generale - spiega la Bonino - non dobbiamo combattere contro la Russia ma contro l'omofobia in generale". Porre ora la questione omosessuale - soprattutto se a farlo è il presidente Usa, che spinge per l'intervento militare in Siria - è rischioso: meglio non irritare Putin nei momenti cruciali per trovare una soluzione comune su Damasco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Aprile2016

    04 Settembre 2013 - 19:07

    ***la logica vuole che il motivo per scaturire questa guerra, altri non è che gli ameri-cani sono "in crisi di astinenza" e la produzione di armi è allo stallo quindi, per far girare la loro economia, la più redditizia appunto è costruire armi d'ogni sorta', debbono in qualche modo "scaricarle" da qualche parte e cercano complici a cui presentare il conto e farsi rimborsare i costi della "trasferta" per il bene dell'Umanità intera. Mica scemi sti yankee. Soltanto gli idioti beceri sinistrati possono dare adito a questi guerrafondai per natura.*

    Report

    Rispondi

  • fbarbaro58

    04 Settembre 2013 - 16:04

    Credo che il titolo "Crisi mistica per Emma Bonino: sì al digiuno, no agli omosessuali" sia davvero ingeneroso nei riguardi di una donna di tale caratura che ha la responsabilità di rappresentare l'Italia nel mondo e che si batte per ottenere le migliori soluzioni possibili nelle varie difficili controversie internazionali che si trova ad affrontare. Innanzitutto questo papa è molto diverso dal potere vaticano che ha imperversato in Italia prima del suo avvento e che si intrometteva in maniera insopportabile negli affari dello stato laico e quindi ora tutti possono percepire un maggiore rispetto della chiesa nei riguardi della laicità dello stato. Per quanto riguarda Obama e Putin, è ovvio che sarebbe più utile concentrarsi sul problema della Siria in questo momento senza aggiungere altra carne a cuocere.

    Report

    Rispondi

blog