Cerca

I prigionieri di Guantanamo

trasferiti in mezzo al Pacifico

I prigionieri di Guantanamo
Prosegue l’esodo di prigionieri di Guantanamo. Questa volta verso l’arcipelago-repubblica di Palau, a ottocento chilometri dalle Filippine. A lasciare la base americana diventata famosa per le torture subite dai prigionieri sono diciassette prigionieri cinesi di etnia iugura, una minoranza etnica di lingua turca che vive nel nord ovest della Cina. Gli uiguri non sono più considerati dal Pentagono un pericolo e sono pronti per la scarcerazione, ma il governo di Washington non aveva trovato sinora un Paese disponibile ad ospitarli. Pare che Palau, della cui difesa e politica estera si occupano gli USA, abbia accettato dietro la promessa di un consistente aiuto economico. Ora c'è il rischio di una rottura con la Cina, che ha più volte dichiarato la sua forte opposizione all'accoglimento degli uiguri di Guantanamo da parte di qualsiasi Paese, e chiede di processarli per attività separatiste e terrorismo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog