Cerca

La preghiera

Siria, il giorno del digiuno: in milioni con Papa Francesco

Uomini e donne di tutte le fedi aderiscono all'iniziativa del Pontefice. Il presidente degli Stati Uniti: "Ma non possiamo chiudere gli occhi"

Papa Francesco

Papa Francesco

La situazione siriana diventa sempre più critica, mentre il summit tra i leader mondiali al G20 di Strasburgo non ha portato a un accordo, evidenziando anzi le posizioni opposte di Stati Uniti (favorevole all'attacco) e Russia (contraria). Le posizioni si sono radicalizzate: Vladimir Putin ha annunciato che in caso di intervento militare si schiererà con Damasco. "Noi siamo gli Stati Uniti e non possiamo chiudere gli occhi davanti alle immagini che abbiamo visto, anche se è accaduto dall'altra parte del mondo". Ad affermarlo il presidente americano, Barack Obama, nel discorso del sabato. Poi, rispondendo a quanti paventano l'effetto che un attacco potrebbe provocare in Siria, aggiuge: "L'operazione avrà un'azione limitata, senza truppe di terra. Non sarà un altro Iraq o un altro Afghanistan".

Digiuno mondiale -  Oggi, sabato 7 settembre, in un contesto sempre più teso, è il giorno scelto da Papa Francesco per il suo digiuno in favore della pace. Milioni di persone accolgono l'invito del Pontefice, preparandosi ad aderire alla giornata planetaria di "preghiera e digiuno" per la pace "in Siria, in Medio Oriente e nel mondo intero" che dalle 19 alle 23 avrà al centro la veglia in San Pietro e la meditazione del Papa. Bergoglio si è rivolto anche ai cristiani non cattolici, ai fedeli di altre religioni e ai non credenti. E le adesioni da tutto il mondo non sono mancate perché "la pace è un bene che supera ogni barriera, un bene di tutta l'umanità", come aveva twittato Papa Francesco dal suo profilo Twitter @Pontifex. 

Le adesioni e i tweet - Anche molti personaggi politici, dello spettacolo e figure importnti nel panorama mondiale hanno aderito al digiuno. Tra gli italiani il neo-senatore a vita Renzo Piano, il ministro della Difesa Mario Mauro, il ministro degli Esteri Emma Bonino ("Aderisco al digiuno radicale di tre giorni voluto da Pannella") fino a Cecile Kyenge. Fioccano i tweet di adesione, come quello del sindaco di Roma Ignazio Marino e la sportiva Federica Pellegrini. Nel mondo molti non-cattolici come Bartolomeo Patriarca, ecumenico di Costantinopoli, Ahmad Badreddin Hassou, il Gran Mufti sunnita di Siria. Ciascuno decide in coscienza, al di là dalle appartenenze. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • foreigner019

    08 Settembre 2013 - 10:10

    Con tutto il rispetto per il Papa Francesco, bisognerebbe che qualcuno informi lui e tutti i benpensanti che la guerra è di fatto già in atto da almeno due anni ed ha già fatto molte migliaia di morti con milioni di rifugiati. Con le chiacchiere e fiori non si fermano i vari Saddam, Gheddafi e Bashar al-Assad, anzi quelli si sentono ancora più protetti. Adesso che tutte le iniziative politiche e diplomatiche sono fallite, la guerra è da fermare con qualsiasi mezzo disponibile evitando il quotidiano massacro perpetrato da entrambi le parti. Non si può difendere un presidente - dittatore che per mantenere il potere bombarda e massacra i propri sudditi - concittadini... non ci sono scuse. E da fermare al più presto.

    Report

    Rispondi

  • belbelpietro

    07 Settembre 2013 - 21:09

    Adesso abbiamo anche un Papa extracomunitario Komunista che vuole impedire l'intervento in Siria degli USA! Non ci sono più i Papi di una volta!

    Report

    Rispondi

  • Aprile2016

    07 Settembre 2013 - 19:07

    ***Se prima di straparlare a vanvera certi individui leggessero qualcosa di serio tipo "I Propilei", la "EGM" (Enciclopedia generale Mondadori iniziata da Benedetto Croce) ed altri dove sono riportati gli statuti di tutti i partiti politici come l'impostazione delle Religioni, potrebbero rendersi conto che sono tutte cose belle per l'Umanità. Ma, il fatto è che le Kanaglie ingordi assetati di potere quali sono tutti i ladri di korte e Kompagni di merende vari, hanno scardinato quanto in essi riportato interpretando in maniera perversa quindi distorta per poter abbeverare e sottomettere fino all'ultimo idiota e becero ignorante. (Disse Clinton anni fa in quel di Roma: "l'umanità va tutta inscatolata a prescindere che siano di destra o di sinistra purtroppo c'è ancora troppa gente che non si riesce ad inscatolare come facilmente si può con i sinistri", Parole sue).

    Report

    Rispondi

  • afadri

    07 Settembre 2013 - 18:06

    Complimenti...evviva la Pace!!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog