Cerca

L'orrore

Geoffrey Portway, il pedofilo cannibale che sconvoge l'America

In casa una bara a misura di bambino, strumenti di tortura e due freezer

Geoffrey Portway, il pedofilo cannibale che sconvoge l'America

Manette, strumenti di tortura, una bara a misura di bambino. Il tutto nascosto in una stanza di una tranquilla villetta a Worcester, Massachussets. Un altro caso di pedofilia sconvolge gli Usa. Questa volta l'orco si chiama Geoffrey Portway. Si tratta di un uomo già accusato di rapimento, e ora rischia 27 anni di galera. Non era ancora riuscito a dare forma ai suoi piani, ma in chat aveva spiegato le sue intenzioni ad altri pedofili. Rapire bambini, violentarli, rinchiuderli nella bara (foderata di anelli metallici e insonorizzata) e infine, mangiarli. Una casa degli orrori organizzata in uno scantinato in cui avrebbe potuto agire indisturbato. Le foto fornite dalla polizia statunitense mostrano inoltre coltelli, strumenti per castrare, due frizer e vari sex toys.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lorenvet

    12 Settembre 2013 - 15:03

    Può toccare a chiunque di noi , ignari del male assoluto che ci costeggia e che può trascinarci nel peggiore degli incubi in qualunque luogo e in qualunque momento. Per gente così credo che la pena di morte non sia eccessiva.

    Report

    Rispondi

blog