Cerca

In tempo di crisi...

Regina Elisabetta, carne scelta e uno chef per i suoi cani

La Regina fa servire alle bestie soltanto carne scelta. E finisce nella bufera...

Regina Elisabetta, carne scelta e uno chef per i suoi cani

Dopo le polemiche sui dipendenti a "zero ore" (ovvero precari e non tutelati) a Buckingham Palace, una nuova bufera si abbatte sulla Regina. A finire sott'accusa questa volta sono i cani di Elisabetta. Gli unici a poter entrare nella camera della sovrana, gli unici, oltre ai familiari, a ricevere amore spassionato nella casa reale. 

Il trattamento speciale - Come non trattarli con i guanti bianchi, insomma? Nel vero senso della parola, visto che a servire i corgies sono dei camerieri appositi, e a cucinare per loro è uno chef d'eccezione. È uno degli aneddoti sugli animali domestici della casa reale britannica, raccontati per la prima volta da un libro, "Pets by royal appointment" (Cuccioli per decreto reale), scritto da Brian Hoey, uno dei biografi dei Windsor. I cagnetti mangiano solo carne di manzo e pollo selezionata e possono avvicinarsi alla ciotola solo dopo che la loro amorevole padrona vi ha aggiunto la giusta dose di sale. Mentre nel Regno Unito sale il numero di senzatetto e la disoccupazione raggiunge livelli (almeno per la Gran Bretagna) allarmanti, non c'è da stupirsi che gli amici a quattro zampe siano finiti nel mirino dei cittadini e dei tabloid d'oltremanica. 

Altre follie - E non è tutto. La stanza della regina, secondo quanto si è appreso, viene pulita ogni volta che Elisabetta prova e cambia vestito con una speciale calamita, nel caso in cui qualche spillo sfugga alla normale pulizia e finisca nello stomaco dei cani. Se non fosse così esagerato, l'amore della Lady inglese per i suoi animali sarebbe pure da apprezzare. Ma in tempi di crisi, si sa, il popolo diventa impietoso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • franziscus

    17 Settembre 2013 - 20:08

    perchè non dite anche che il nostro amato vecchietto al quirinale e tutti i suoi tirapiedi ci costano più del doppio di quanto la regina costa agli inglesi ? E poi che male c' è se vuole bene ai suoi cani ? Non sarà mica la carne per due o tre cani a portare via il cibo ai bisognosi. Perchè non ci pensano i plutocrati (anche di sinistra) di cui non parlate mai ?

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    16 Settembre 2013 - 20:08

    più si invecchia, più ci si rincitrullisce.

    Report

    Rispondi

  • rufolo

    16 Settembre 2013 - 15:03

    Ma è mai possibile che al giorno d'oggi vi siano ancora in giro re e regine, pricipi, principesse, principessine, conti e lord ecc. Il popolo inglese continua a mantenere questa pletora di scansafatiche e furboni e la gente, vedasi la favola dell'ultimo nato, continua a omaggiarli e riverirli. Perfino le tv di tutta europa diramano giornalmente messaggi sulle vicissitudini di questo nato. Siamo in attesa di sapere il colore della cacchina del principino e poi, quali fedeli sudditi,invocheremo il cielo affinchè intervenga in suo aiuto.Inglesi: mandateli a casa questi sfruttatori della povera e purtroppo ignorante gente.

    Report

    Rispondi