Cerca

Figli della Jihad

Siria, donne da tutto il mondo arabo
per fare sesso coi miliziani

E ora nascono bambini dal padre ignoto. La denuncia del ministro tunisino: "Basta viaggi a Damasco"

Siria, donne da tutto il mondo arabo
per fare sesso coi miliziani

Donne arabe di tutte le età (anche giovanissime di 13 anni) partite per la Siria per portare sollievo sessuale ai combattenti islamici con la benedizione dell'Imam. E che ora mettono al mondo bambini dal padre ignoto che si potrebbero definire "figli della Jihad", come negli anni 40 si definiva "figli della guerra" la progenie italiana dai soldati americani. E' Lofti Bin Jeddo, ministro degli Interni delle Tunisia, a denunciare di fronte all'assemblea costituente del suo Paese il fenomeno. Ministro che recentemente è stato sommerso dalle critiche dei militanti islamici per aver stretto le maglie per ricevere il visto per Damasco.

Jihad sessuale - "Musulmane, volate a Damasco ad alleggerire le pene dei combattenti". Appelli di questo tenore sono circolati su diversi siti islamici, appelli ispirati Al-Arifi, imam vicino alla brigata Al Nusra, gruppo in lotta contro il regime di Assad. L'intuizione dell'imam è semplice: l'attività sessuale aiuta i miliziani a scaricare la tensione nelle ore libere dal combattimento. Ma Al-Arifi, perché la sua idea non sembrasse troppo volgare alla donne interessate (il muftì di Tunisi l'ha definita una forma di "prostituzione"), ha trovato anche l'espediente per inquadrare nella rispettabilità coranica il sacrificio femminile. A quante si prestano a questa forma di volontariato, viene dispensato il Jihad al Nikah, una forma di matrimonio breve, anche di poche ore, che copre la durata dell'amplesso.

Problema sociale - Intanto, è la denuncia del ministro degli Interni tunisino, nei paesi del Maghreb vengono al mondo figli di padre ignoto. "Queste donne hanno rapporti anche con 20, 30 o 100 combattenti", ha spiegato. Ma Lofti Bin Jeddo non intende limitare i viaggi in Siria per le sole volontarie: stretta anche sui visti per quegli uomini che a Damasco "vanno a imparare come si saccheggia un villaggio", sono le sue parole.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • raucher

    22 Settembre 2013 - 07:07

    per le ragazzine analfabete e i loro nascituri , arriveranno qua a farsi mantenere.

    Report

    Rispondi

  • ectosilver

    21 Settembre 2013 - 15:03

    E poi l'Amerika vuole bombardare Assad ????? Per favorire questi fanatici che stuprano le bambine ,con tanto di benedizione dei loro imam? Spero che qualche altro islamico protesti per queste azioni blasfeme, che fanno inorridire sia gli uomini che Dio.

    Report

    Rispondi

  • gibuizza

    21 Settembre 2013 - 15:03

    ... il tutto con i soldi e l'appoggio di noi occidentali. E poi vogliamo passare per umanitari e caritatevoli!!

    Report

    Rispondi

  • brontolo1

    21 Settembre 2013 - 14:02

    sesso per le donne,guerra per gli uomini!e meno male che secondo i canoni islamici classici una donna dovrebbe accostarsi al solo marito!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog