Cerca

Terrorismo

Kenya, continua l'assedio, 68 i morti

I terroristi islamici restano nel centro commerciale e minacciano di uccidere tutti gli ostaggi. Nella notte violenta sparatoria

Kenya, continua l'assedio, 68 i morti

Alcuni ostaggi rinchiusi da sabato nel centro commerciale di Nairobi sono stati liberati nella notte, ma i terroristi islamici non cedono. Le forze di polizia kenyote continuano ad assediare il centro commerciale e la speranza è quella di far finire al più presto l'incubo che stanno vivendo gli ostaggi all'interno del Westgate. Ad ora, il bilancio è agghiacciante: 68 morti, 175 feriti e 49 dispersi. Stamane, dopo una violenza sparatoria udita all'interno del centro commerciale, gli stessi jihadisti hanno avvertito che giustizieranno gli ostaggi che ancora detengono (più di una decina) se le forze di sicurezza del Kenya tenteranno di sopraffarli.

Aia - Intanto, il tribunale internazionale dell'Aia hadeciso di rinviare di una settimana il processo William Ruto, vicepresidente del Kenya accusato di crimini contro l'umanità, affinché possa rientrare nel suo paese e far fronte all'attacco al Westgate. A richiedere il rinvio del processo era stato proprio il vicepresidente kenyota. 

Tra le vittime - Un architetto australiano, Ross Langdon, è tra le vittime dell'attacco. A darne notizia è il Sidney Morning Herald: Langdon, poco più che trentenne, aveva progettato gratis un ospedale per le vittime dell'Aids in Kenya. Insieme alla compagna Elif Yavuz aveva come obiettivo di aiutare le comunità in difficoltà in Africa orientale. La volontà di aiutare un Paese in difficoltà, però, sembra non essere bastata per evitare una fine tragica.

Guarda il video su LiberoTv
 Kenya, parziale evacuazione del centro commerciale di Nairobi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog