Cerca

Il caso

Lugano, colloquio di lavoro: "Non ti prendiamo, hai l'accento napoletano"

Mariacristina, 40 anni, è stata scartata in venti secondi secondi. L'azienda: "E' stata una decisione basata su riscontri avuti in passato"

Lugano, colloquio di lavoro: "Non ti prendiamo, hai l'accento napoletano"

 

"Cercasi receptionista part-time, area marketing". Così Mariacristina, esperta-vendite napoletana con 15 anni di esperienza alle spalle, si era presentata al colloquio. Ma, come riporta il Corriere, non è finita molto bene. Nemmeno un "le faremo sapere", scartata a priori. "Lei ha tutti i requisiti, ma... non possiamo assumerla: ha l'accento meridionale": questo il verdetto. Il colloquio ha avuto luogo a Lugano, in Svizzera, e probabilmente nella società elvetica parlare con un'inflessione del sud è ancora visto come un segno di inferiorità. 

Lo sfogo - "Sono rimasta sbalordita", racconta la 40enne al Corriere "ho sempre fatto il mio lavoro con gratificazione e ottimi risultati, ma qui sono stata giudicata a prescindere. Mi hanno fatta parlare 20 secondi, il tempo di ascoltare l'accento. Come se non mi avessero già sentita per telefono e non ci fosse scritto sul curriculum, che sono di Napoli. E poi nelle vendite quello che conta è la serietà, la dialettica... lo dico per esperienza". 

L'azienda - La ditta ha cercato di giustificare l'accaduto: "E' stata una decisione basata su riscontri avuti in passato, non abbiamo alcun pregiudizio verso i meridionali". Per Dario Cadenazzi dell'Unia, il principale sindacato del Ticino "simili episodi sono da condannare fermamente, anche se finora non erano mai arrivate segnalazioni del genere". Dagli uffici dell'azienda aggiungono che "purtroppo la xenofobia e il razzismo nei confronti di lavoratori immigrati o frontalieri hanno gioco facile nel nostro cantone, vista la pressione sul mercato del lavoro nostrano generata alla crisi italiana".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • PAXAETARNAE

    07 Ottobre 2013 - 13:01

    qui l'italia non esiste piu' c'e' la '' NAPULITALIA'' in qualunque posto l'avrebbero presa! oramai ci sono solo napulitani in giro .

    Report

    Rispondi

  • rossini1904

    05 Ottobre 2013 - 20:08

    Gli Svizzeri li capisco. L'accento napoletano è sguaiato e volgare. Ascoltarlo crea un vero e proprio fastidio fisico. Del resto basta riascoltare la telefonata del Presidente Esposito (quello de "o' titulare") per rendersi conto di quanto dico. Trattasi di un accento che, tutt'al più, può andar bene per le canzonette.

    Report

    Rispondi

  • brontolo1

    05 Ottobre 2013 - 17:05

    per la cronaca,la prima mafia Usa d'importazione fu quella irlandese,la irish mob!

    Report

    Rispondi

  • brontolo1

    05 Ottobre 2013 - 16:04

    come si spiegherebbe che nella tv di stato(e non solo) nostrana primeggia il pessimo accento romano?anche da soggetti che non sono di roma?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog