Cerca

esteri

Battisti, il Brasile lo scarica

13 Ottobre 2017

0
Battisti, il Brasile lo scarica

Brasilia, 13 ott. (AdnKronos) - Cesare Battisti "ha rotto il patto di fiducia" con il Brasile e la sua vicenda "è un ostacolo ai rapporti fra Brasile e Italia, e al rapporto con tutta l'Unione europea". A dirlo, in una intervista alla Bbc, è il ministro brasiliano della Giustizia, Torquato Jardim, che espone gli argomenti per rivedere la decisione presa nel 2010 dall'ex presidente Lula di negare l'estradizione.

"Gli italiani non perdonano al Brasile di non aver rimandato indietro Battisti", ha aggiunto il ministro che per la prima volta parla dei negoziati per l'estradizione di Battisti. Secondo Jardim, il tentativo di Battisti di recarsi in Bolivia rappresenta "il fatto nuovo" su cui basare l'estradizione.

Il ministro raccomanda tuttavia che il presidente brasiliano Michel Temer aspetti la decisione del Tribunale Supremo Federale sull'habeas corpus preventivo, richiesto dalla difesa di Battisti. L'intenzione è di evitare che la decisione di Temer possa essere ribaltata dal Tribunale.

A quanto si apprende il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, ha espresso apprezzamento per la dichiarazione dell'omologo. Un mutamento di prospettiva che è stato possibile grazie alla riapertura dei canali della cooperazione in materia di giustizia tra Italia e Brasile, su basi di reciproca fiducia. Orlando auspica che la vicenda si evolva in maniera coerente con queste premesse, avendo effettuato il ministero della giustizia italiano tutti gli adempimenti necessari.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media