Cerca

esteri

"Non sono razzista", Trump si difende

15 Gennaio 2018

0

Washington, 15 gen. (AdnKronos/Dpa) - Il presidente americano Donald Trump respinge le accuse di razzismo dopo aver usato parole offensive nei confronti di Haiti, El Salvador e paesi africani. "Non sono razzista, sono la persona meno razzista che potrete mai intervistare, ve lo posso garantire", ha affermato rivolto ai giornalisti al suo arrivo al Trump International Golf Course, a Palm Beach, in Florida ieri sera. Trump aveva ammesso di aver usato un linguaggio "forte" in un incontro dedicato all'immigrazione giovedì alla Casa Bianca con un gruppo di senatori.

Nel colloquio nello Studio Ovale con alcuni membri del Congresso che gli suggerivano il ripristino di protezioni per le migliaia di immigrati da Haiti, El Salvador e da alcuni Paesi africani, Trump avrebbe detto: "Perché gli Stati Uniti devono avere tutta questa gente da queste mer... di Paesi?". Secondo quanto riportato dal 'Washington Post', che cita due fonti anonime informate sull'incontro, il presidente americano avrebbe anche suggerito che gli Stati Uniti dovrebbero attirare più immigrati da Paesi come la Norvegia.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media