Cerca

esteri

Tensione Polonia-Israele per legge sui lager

1 Febbraio 2018

0
Tensione Polonia-Israele per legge sui lager

Varsavia, 1 feb. (AdnKronos/Dpa) - Approvato dal Senato polacco il disegno di legge che vieta di parlare di 'lager polacchi'. Lo riporta l'agenzia di stampa PAP, ricordando che il provvedimento, approvato dalla Camera bassa la settimana scorsa e che ora dovrà essere firmato dal presidente, aveva sollevato un'ondata di critiche in Israele, al punto da essere definito dal premier Benjamin Netanyahu "un tentativo di riscrivere la storia".

La legge prevede ammende o pene di reclusione fino a tre anni per chiunque definisca i lager nazisti in Polonia "campi di sterminio polacchi".

Per il Partito di governo 'Diritto e Giustizia', il provvedimento ha il solo scopo di difendere la reputazione del Paese e impedire l'uso di formulazioni non corrette per descrivere la sua storia, ma da molti la legge è vista come strumento utilizzabile per negare casi di complicità da parte polacca in crimini di guerra.

Il presidente del Senato, Stanislaw Karczewski, ha assicurato l'intenzione del Paese di portare avanti il dialogo con Israele e spiegare cosa abbia motivato la messa a punto della legge.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media