Cerca

Intrigo internazionale

Aquarius, Medici senza frontiere: "Panico a bordo, un uomo minaccia di gettarsi in mare. A Valencia tra 4 giorni"

11 Giugno 2018

4
Aquarius, Medici senza frontiere: "Panico a bordo, un uomo minaccia di gettarsi in mare. A Valencia tra 4 giorni"

Aquarius, la nave ong a cui Matteo Salvini ha sbarrato l'ingresso nei porti italiani, approderà a Valencia: lo ha confermato il premier spagnolo. E subito dopo, da Medici senza frontiere arrivano notizie relative alle persone a bordo del natante, definite "sempre più ansiose e disperate". Un tempismo perfetto, insomma, per far crescere la pressione sul ministro dell'Interno e sul governo italiano. Msf aggiunge che "un uomo ha minacciato di saltare in mare, dicendo di avere paura che sarebbe tornato in Libia". Comunque sia, tra la Aquarius e le autorità italiane sono in corso contatti per individuare la "soluzione migliore" per donne e bambini a bordo della nave (Salvini, in conferenza stampa, ha rivelato che l'Italia ha offerto il trasbordo, appunto, di donne e bimbi). "Msf conferma che le autorità italiane hanno offerto di evacuare le donne incinte e hanno chiesto informazioni sui minori a bordo. Msf ha risposto fornendo dettagli sui casi vulnerabili e sta comunicando con le autorità per individuare la migliore soluzione per queste persone". Nel frattempo, si apprende che la Aquarius - con a bordo 629 migranti - dovrebbe arrivare al port di Valencia "verso la fine delle settimana". La nave, insomma, dovrebbe impiegare 4 giorni per raggiungere la costa spagnola.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eleonora4198@virgilio.it

    eleonora4198

    12 Giugno 2018 - 15:03

    e chi se ne frega . si getti in mare così si lava una volta nella sua vita .

    Report

    Rispondi

  • chimangio

    12 Giugno 2018 - 00:12

    Faccimola finita con queste manfrine e sceneggiate. Da come ci raccontano i "buonisti" questi signori hanno viaggiato attraverso il deserto africano, presi a botte da feroci aguzzini senza acqua e senza cibo per mesi. Adesso, all'improvviso, non possono farcela a fare tre giorni di navigazione in più. E deve essere una giornalista (ospite non pagante a bordo) a comunicare lo stato del mare?

    Report

    Rispondi

  • pttfabrizio@gmail.com

    pttfabrizio

    11 Giugno 2018 - 23:11

    che si butti in mare e che gli altri lo seguano, ma subito.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media