Cerca

Lo scacchiere

Angela Merkel appesa a un filo, Seehofer congela le dimissioni: immigrati, l'ultimo tentativo disperato della cancelliera

2 Luglio 2018

0
Angela Merkel, Horst Seehofer

L’unico assente: Horst Seehofer. È iniziata senza il ministro dell’Interno tedesco, nonché leader dei cristiano-sociali bavaresi, il vertice dei gruppi parlamentari Cdu e Csu per cercare di trovare una via d’uscita al feroce scontro sulla questione migranti scoppiata tra i due alleati dell’Unione capeggiata da Angela Merkel. La cancelliera tedesca ha invece preso la parola - a quanto riferiscono alcuni partecipanti della riunione, citati dai media - per difendere "l’approccio europeo" alla questione profughi: "Il desiderio di arrivare ad una soluzione è molto grande - ha sottolineato -. Ora si tratta di trovare una risposta alla domanda su come si possano armonizzare le esigenze nazionali con quelle europee".

Merkel ha aggiunto che "è stato un duro lavoro convincere i partner europei a sottoscrivere un documento comune sulla questione migranti, dato che ogni Paese è interessato in modo diverso dal problema". E ha scelto toni concilianti nei confronti della Csu, parlando anche di una "comunità del destino" con i "cugini" conservatori bavaresi. "Arrivare ad un’intesa è una fatica che merita di essere compiuta". Seehofer, da par suo, ha congelato le dimissioni lasciando "tre giorni" alla Merkel per trovare una soluzione a suo parere accettabile.

Nella riunione dei gruppi parlamentari la maggior parte degli oratori si è espresso, dicono le fonti, a favore di un accordo tra Cdu e Csu. Negli stessi termini si è espresso il capogruppo dei cristiano-sociali al Bundestag, Alexander Dobrindt: "La nostra Unione ha vissuto diversi alti e bassi", ha detto Dobrindt, si tratta "di un legame molto forte, che può avere la forza di superare e risolvere un conflitto su una questione che è, allo stato dei fatti, risolvibile". Anche il capo del gruppo parlamentare unitario, Volker Kauder - fedelissimo di Merkel - ha dimostrato ottimismo, dichiarando di aspettarsi una soluzione "in serata": "Rimarremo insieme", ha detto Kauder, ricevendo grandi applausi.

È fissato per la serata di lunedì 2 luglio alle 22 il vertice di coalizione a tre, ossia quello tra Cdu, Csu ed Spd, come chiesto con forza dagli alleati di governo socialdemocratici.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media