Cerca

La beffa

Brasile, Battisti star dei convegni e parla di "chi ha il diritto di vivere"

In Brasile è la star dei convegni. L'ultimo a cui parteciperà avrà come tema centrale il "diritto alla vita". Per ogni "lezione" porta a casa un gettone da 500 euro...

Cesare Battisti

Va pure in giro a dare lezioni. Cesare Battisti ormai è una star. In Brasile l'ex terrorista è una celebrità nei convegni e viene inviatato per lectio magistralis in tutti gli atenei del Paese. Ma quella che terrà tra pochi giorni ha un vero e proprio sapore di beffa: "Chi ha il diritto di vivere” (Quem tiem direito ao viver) al VI forum dell’Università Federale di Santa Catarina a Florianopolis. La lezione, finanziata dal ministero dell’educazione brasiliana, come racconta Qelsi.it ha fatto indignare i brasiliani che si chiedono che diritto abbia di parlare di questi temi un pluriomicida e di prendersi oltretutto un gettone di 1500 Real (circa 500 euro). L’organizzatore, è il  “compagno” professor Paulo Lopes, interrogato su questo, sostiene che è stato chiamato per dar voce “agli esiliati, agli imprigionati”. Insomma Battisti, condannato in contumacia all'ergastolo, con sentenze passate in giudicato, per aver commesso quattro omicidi, in concorso, durante gli anni di piombo, adesso pontifica dal Brasile e parla di "chi ha il diritto di vivere". Già tutti, tranne le sue vittime...

di Ignazio Stagno

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rendagio

    29 Settembre 2014 - 21:09

    lo aspetto a FORTALEZA....e saranno cazzi sua, è solo un volgare assasino proteto da un comunista stalinista LULA, e la sua degna compagna DILMA, una banda di delinquent politici

    Report

    Rispondi

  • er sola

    02 Novembre 2013 - 16:04

    invece di mandarci finocchi e puttane restituissero alla giustizia questo pezzo di merda.

    Report

    Rispondi

  • giacomolovecch1

    02 Novembre 2013 - 15:03

    scambiano il killer Battisti con il patriota Cesare, viva la differenza.

    Report

    Rispondi

  • ralph

    02 Novembre 2013 - 14:02

    Ma come è andata a finire la storia dei timbri fissi sul passaporto? Ogni volta che vedo la foto penso che forse Lombroso non aveva tutti i torti ...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog