Cerca

Corea del Nord: nucleare,

se ci bloccate sarà guerra

Corea del Nord: nucleare,
 La Corea del nord intraprenderà azioni militari se gli Stati Uniti e i loro alleati cercheranno di isolarla. Lo rende noto oggi l'agenzia nordcoreana Kcna. Ieri il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite aveva inasprito le sanzioni contro Pyongyang come risposta al suo test nucleare del 25 maggio. In un comunicato il ministero degli esteri nordcoreano afferma che «come prima cosa, tutto il plutonio estratto sarà utilizzato a fini militari. Un terzo delle barre di combustibile sono già state riprocessate». «Secondo, cominceremo l'arricchimento dell'uranio», aggiunge il comunicato in cui si afferma che ogni blocco imposto alla Corea del nord sarà considerato un atto di guerra. «L'opzione di abbandonare le armi nucleari - si aggiunge - è divenuta una scelta impossibile e poco importa che ci autorizzino o meno a disporre di armi nucleari». Si tratta della prima reazione ufficiale alla risoluzione dell'Onu, che instaura un sistema rafforzato di ispezioni al carico di aerei, navi e trasporti terrestri provenienti o diretti in Corea del Nord, controlli che potranno avvenire anche in alto mare. Inoltre è stato allargato l'embargo sulle armi e le sanzioni finanziarie.

La reazione di Mosca- Il Presidente della commissione esteri della Duma di stato russa, Kostantin Kosachev, rende noto che non si escludono ulteriori misure restrittive contro la Corea del Nord, se Pyongyang non cederà alle pressioni internazionali e rinuncerà al suo programma nucleare bellico. La comunità internazionale, ha detto in una intervista all'Agenzia di stampa Interfax, non ha altra scelta che non applicare sanzioni più stringenti se la Corea del Nord non risponderà alla risoluzione approvata ieri, in cui si ribadisce anche la richiesta del blocco di test missilistici. Una risoluzione, ha detto il deputato che rappresenta il Partito di maggioranza, Russia Unita, messa a punto «in modo attento e responsabile» che «ha aperto la strada a negoziati», che Pyongyang non deve trasformare in un'occasione «distruttiva».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giovannib

    15 Giugno 2009 - 09:09

    possibile che dopo due guerre mondiali che hanno creato tanti danni e lutti questi miserabili incoscienti non abbiano ancora capito che chi vince è sempre la DEMOCRAZIA sula dittatura? io manderei a questi deficienti un bel libro di storia del 1900 spendo che sappiano leggere

    Report

    Rispondi

  • brunello.faraldi

    15 Giugno 2009 - 09:09

    il divertente è vedere un popolo 70 anni dopo copiare il passo dell'oca inventato da zio Adolfo.Attenzione che si comincia dal passo dell'oca per finire diversamente.Sti popoli sono proprio ridicoli.

    Report

    Rispondi

  • Enzo47

    15 Giugno 2009 - 09:09

    Mentre i nostri "pacifisti" protestano contro Gheddafi, oggi troppo amico dell'Italia di Berlusconi grave torto, la Corea fa quel cazzo che vuole. Ma come, no alle frecce tricolori da pèarata e si ai missili nucleari da guerra? Pacifisti a senso unico. o sono i troppi spinelli che fanno effetto? Enzo47 Pacifista varesino

    Report

    Rispondi

  • luigigiggi1962

    15 Giugno 2009 - 08:08

    E QUERRA SIA. CI VUOLE UNA BELLA SUONATA PER LA Corea del Nord

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog