Cerca

Link sospetto

G20, rivelazione del NYT: "Foto nuda di Carla Bruni sui pc dei ministri. Era un hacker cinese"

Sarkozy imbarazzato. Dopo due anni è arrivata la giustificazione: era una missione di spionaggio

Carla Bruni

Carla Bruni

Una rivelazione choc del New York Times fa tremare i piani alti. Durante il G20 del 2011, una foto nuda di Carla Bruni venne inviata, tramite link, ai computer dei ministri presenti a Parigi, scatenando l'imbarazzo dell'allora presidente francese Nicolas Sarkozy, marito della bella ex first lady. Nessuna pazzia comune però. Dopo due anni, infatti, ecco arrivare la giusiticiazione: era "un virus inviato da hacker cinesi". E questo virus copriva una missione di spionaggio con l'obiettivo di indagare nelle cartelle dei ministri presenti al G20. Cinque i sistemi violati: Repubblica Ceca, Portogallo, Bulgaria, Lettoria e Ungheria. Ma per il momento nessuna notizia in più sugli autori del crimine: "Tranne il fatto che sono cinesi, non sappiamo chi sono gli aggressori e per quale ragione hanno agito", spiegano dai piani alti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • boss1

    boss1

    12 Dicembre 2013 - 17:05

    meglio lei pensate se postavano nudo lo gnomo franzoso.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    12 Dicembre 2013 - 15:03

    Ah,ah,ah...il mistero di pulcinella e che ci volevano degli hackers diabolici per scovare una foto nuda di Carlà? Basta andare su google e ne escono a migliaia, grazie a Dio la signora, durante la sua carriera, non si è certo "risparmiata"...Che cacchiate!

    Report

    Rispondi

blog