Cerca

L'accusa

Spagna, il padre di Messi nei guai: "Riciclava il denaro del narcotraffico"

Secondo gli inquirenti Jorge Messi agiva da "intermediario" con commissioni fino al 20% da parte delle organizzazioni criminali, sfruttando anche le amichevoli benefiche del figlio

Spagna, il padre di Messi nei guai: "Riciclava il denaro del narcotraffico"

Nuovi guai giudiziari per Jorge Messi, padre del fuoriclasse del Barcellona Leo: secondo quanto riporta il quotidiano spagnolo El Mundo, il padre del campione argentino è indagato nell’ambito di un'inchiesta per riciclaggio di denaro sporco legato al narcotraffico colombiano. Dall'indagine condotta dalla Unidad Central Operativa della Guardia Civil risulterebbe che Messi Senion abbia agito da "intermediario" ricevendo delle commissioni "tra il 10-20% del denaro riciclato". Nella vicenda sarebbero stati ascoltati alcuni giocatori del Barcellona tra cui lo stesso Leo Messi, Dani Alves, il secondo portiere Josè Manuel Pinto e Javier Mascherano, coinvolti negli eventi sportivi organizzati ad hoc, come le partite di beneficenza Amici di Messi, per riciclare il denaro sporco. Nessuno di loro risulta coinvolto nella vicenda. Per Jorge Messi non si tratta del primo problema con la giustizia spagnola, in passato è stato accusato di frode fiscale.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog