Cerca

Medioriente nel terrore

Libano, attentato nel centro di Beirut: 5 morti, tra le vittime l'ex ministro Shatah

Autobomba nella zona delle banche e del governo, 70 feriti. Colpito anche lo stretto collaboratore di Hariri, figlio del premier ucciso nel 2005

Libano, attentato nel centro di Beirut: 5 morti, tra le vittime l'ex ministro Shatah

Il terrorismo insanguina Beirut: un'autobomba esplosa in pieno cento nella capitale del Libano ha provocato 5 morti e 70  feriti e tra le persone uccise ci sono anche l'ex ministro delle Finanze Mohammad Shatah e un suo consigliere. Shatah era uno stretto collaboratore di Saad Hariri, figlio del premier Rafik, ucciso anche lui in un attentato nel 2005. L'esplosione è avvenuta presso l'Hotel Four Seasons, nella strada più prestigiosa di Beirut, dove ci sono banche, ministero e anche il Serail, il complesso-roccaforte del governo e dove si trova l’ufficio del premier, Najib Mikati

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • PAXAETARNAE

    27 Dicembre 2013 - 14:02

    dove ci sono questi ''alieni'' arriva morte fame e distruzione sono peggio del medio evo un incubo eterno e infinito

    Report

    Rispondi

blog