Cerca

Richiesta di grazia

O. J. Simpson a Obama: "Sto morendo, fammi uscire dal carcere"

L'ex campione di football ha i sintomi di un tumore al cervello e chiede l'uscita anticipata dalla galera al Presidente degli Stati Uniti

O. J. Simpson a Obama: "Sto morendo, fammi uscire dal carcere"

"Non lasciarmi morire in carcere". O. J. Simpson, 66enne ex stella del football americano in carcere per rapina a mano armata, si è rivolto al presidente degli Stati Uniti per chiedere la grazia. Il leggendario campione potrebbe avere un tumore e ha chiesto a Obama l'uscita anticipata dalla galera per trascorrere a casa gli ultimi che gli restano da vivere. La stella dei San Francisco 49ers anni Settanta e Ottanta è rinchiuso dal 2008 nel penitenziario Lovelock Correctional Center, nel Nevada, e deve scontare una candanna di 33 anni per rapina a mano armata e sequestro di persona. 

I sintomi della malattia - Ultimamente Juice - soprannome del giocatore negli anni d'oro della sua carriera - ha cominciato ad avvertire dei sintomi riconducibili a un cancro al cervello: diminuzione della vista, emicranie, amnesie e stati confusionali. Inoltre, i medici hanno notato un peggioramento del dabete di cui soffre da anni. Per avere il responso definitivo sulle sue condizioni cliniche, biognerà aspettare l'esito della risonananza magnetica a cui Simpson si sottoporrà nei prossimi giorni. Nel 1994, l'asso del football era stato prosciolto per insufficienza di prove in merito all'omicidio della moglie e dell’amico Ronald Goldman in uno dei processi più discussi e mediatici della storia della giustizia americana.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Peo

    06 Gennaio 2014 - 14:02

    Simpson non mi è mai piaciuto, e penso che fosse veramente colpevole dall'assassinio della moglie. Ma comunque l'hanno assolto. La storia per cui è in galera invece è ridicola. Verteva sul possesso di un trofeo sportivo (una coppa mi pare) di cui rivendicava la proprietà. Si è imbufalito, ha preso una pistola e se l'è andata a prendere, sequestrando chi ce l'aveva (sostanzialmente minacciandolo con l'arma, null'altro). Da questa cosa oggettivamente grottesca, da cronaca minima, hanno cavato fuori una condanna pazzesca, per fargli scontare quel che non gli era riuscito con l'assassinio della moglie. Tutto qui.

    Report

    Rispondi

  • raucher

    05 Gennaio 2014 - 07:07

    ma è un delinquente. Fu scagionato dall'aver ammazzato la moglie perchè la autorità temevano una sanguinosa rivolta della popolazione afroamericana.

    Report

    Rispondi

  • beatles14

    05 Gennaio 2014 - 01:01

    crepa in galera va, xchè avere pietà di chi non ne ha avuta per sua moglie? Ma fammi il piacere...se sei malato crepi comunque a che ti serve uscire?

    Report

    Rispondi

blog