Cerca

Il voto

Svizzera, sì al tetto per gli immigrati
Ma il Paese si spacca sul referendum

Approvato con un ristrettissimo margine: il 50,3% dei voti.Riguarda nuovi residenti, frontalieri e richiedenti asilo. Ma sulla norma il Paese è spaccato

Svizzera, sì al tetto per gli immigrati
Ma il Paese si spacca sul referendum

La Svizzera dice no all'immigrazione. Il Paese elvetico è andato alle urne per il referendum sull’iniziativa "Contro l’immigrazione di massa", proposta dal partito nazionalista "Unione democratica di centro"(Udc), che prevede di fissare un tetto massimo di stranieri che possano entrare ogni anno sul suo territorio.  Il referendum che chiede l’introduzione di un tetto per nuovi residenti, lavoratori frontalieri e richiedenti asilo politico è stato approvato con un ristrettissimo margine, il 50,3% dei voti. Tradotto in termini assoluti si tratterebbe di un vantaggio di appena 19mila voti. Decisivo per il successo dell’iniziativa è stato il consenso raccolto nei cantoni di lingua tedesca e italiana. Il Canton Ticino segna il record assoluto, qui i sì all’introduzione del limite hanno toccato addirittura il 68%. Di diverso segno è stato invece il voto nelle ragioni di lingua francese, dove ovunque ha prevalso il no. Le conseguenze della votazione odierna sono molto pesanti ma non immediate: il referendum impegna adesso il governo svizzero a rinegoziare entro tre anni tutti i trattati internazionali sulla circolazione degli stranieri nel paese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • routier

    10 Febbraio 2014 - 20:08

    In uno Stato democratico il popolo "sovrano" va sempre consultato (come in Svizzera) se non accade è un sovrano da barzelletta.

    Report

    Rispondi

  • afadri

    10 Febbraio 2014 - 15:03

    Questa masnada di politici ,corrotti e mantenuti della UE, siccome non sono abituati a rispettare la volontà popolare, visto il risultato tenteranno il ricatto. La Svizzera con il cazzo che si farà ricattare.! BRAVI DOBBIAMO IMPARARE DA VOI.!

    Report

    Rispondi

  • robylella

    10 Febbraio 2014 - 13:01

    Fatte le debite proporzioni è come se in Italia entrassero 12 milioni di lavoratori tutti i giorni! Vorrei vedere chi non avrebbe qualcosa da obbiettare! Vero Chry?

    Report

    Rispondi

  • aquasimplex

    10 Febbraio 2014 - 13:01

    Se di nazionalità svizzera avrei votato sì. Anche in Italia, se fosse possibile, ma charitas, onlus varie, malavita organizzata, imprenditori e lavoratori in nero non gradirebbero che fosse impedita una fonte di guadagno così redditizia quale è l'immigrazione selvaggia.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog