Cerca

Esteri

Calcio: delegazione ong da Blatter, stop divieto islamico donne negli stadi

Roma, 12 feb. - (Adnkronos/Aki) - I rappresentanti del Comitato 'Neda Day' di Pordenone e dell'Associazione internazionale contro la lapidazione, con sede in Germania, saranno ricevuti questo pomeriggio alle 15 a Zurigo da Joseph Blatter, presidente della Fifa. La delegazione composta da Taher Djafarizad per l'Italia, Mina Ahadi per la Germania e Maryam Namazi per l'Inghilterra intende chiedere alla Fifa che si attivi perche' nei paesi islamici venga abolito il divieto di ingresso delle donne negli stadi di calcio.

"Questo divieto arcaico e inaccettabile - si legge in un comunicato diffuso da Djafarizad - va rimosso, tanto piu' in un momento storico nel quale diversi imprenditori provenienti da paesi islamici dove e' in vigore la sharia hanno acquistato club di calcio europei e, negli stadi occidentali assistono alle partite di calcio assieme alle loro compagne".

La delegazione consegnera' a Blatter una copia del film del regista iraniano Jafar Panahi, 'Offside', che ha vinto l'Orso d'argento al festival di Berlino nel 2006. Il film racconta l'impresa di sei tifose di Teheran che per assistere alla partita di calcio tra la nazionale iraniana e la rappresentativa del Barhain, valida per la qualificazione al campionato del mondo che si svolse nel 2006 in Germania, dovettero travestirsi da uomini. Il Comitato 'Neda Day', dedicato a Neda Aghasoltan, la ragazza iraniana uccisa a Teheran nel giugno 2009 durante una manifestazione, si batte per i diritti delle donne nei paesi islamici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog