Cerca

Scatti da ricordare

World Press 2014: ecco gli scatti più belli del mondo

Il lato oscuro del pianeta messo in risalto dall'obiettivo dei più grandi fotografi del 2014

World Press 2014: ecco gli scatti più belli del mondo

Loro hanno buttato gli occhi dove gli altri gli chiudono. Sono riusciti a vedere cose che noi umani non avremmo mai immaginato di vedere. A stare nel momento giusto al posto giusto. A cogliere l'attimo di quel momento irripetibile. Sono i vincitori del premio World Press Photo 2014 considerato il più importante premio fotogiornalistico al mondo, e viene organizzato dalla fondazione olandese World Press Photo dal 1955. La fotografia 'Signal' di John Stanmeyer della VII Photo Agency ha vinto il World Press Photo of the Year 2013.

Le categorie - La giuria internazionale, oltre al Press Photo of the Year, conferisce tre premi in ognuna delle nove categorie: Arte e intrattenimento, Natura, Spot News, Attualità, Persone nelle News, Vita quotidiana, Ritratti, News, Sport. Il premio per la Press Photo of the Year è di 10.000 euro, i premi di categoria sono di 1.500 euro per ciascuna foto o serie di foto.

 

World Press Photo 2014,
Guarda le 10 foto più belle del mondo



I vincitori - Basta sfogliare le immagini per rendersi conto di come sotto l'obiettivo fotografico il lato oscuro del mondo può riservare una bellezza in grado di parlare senza spiegazioni e didascalie. Come "signal" di Stanmeyer, che ha vinto il riconoscimento principale, quello di "Press Photo of the Year" per un servizio per National Geographic. La foto rappresenta dei migranti con le braccia alzate che dalla spiaggia di Giubuti, con i telefonini accesi, cercano di ricevere segnali alla vicina Somalia e contattare i parenti lontani. Il piccolo Stato di Gibuti è un trafficato punto di arrivo per i migranti in transito dalla Somalia, Etiopia ed Eritrea che cercano di arrivare in Europa e in Medio Oriente. L'attimo giusto l'ha colto anche Philippe Lopez con "Typhoon Surviovors" che immortala i sopravvissuti al tifone Haiyan, nelle Filippine, mentre incuranti della tormenta portano avanti la loro processione religiosa. La potenza comunicativa e visiva di queste immagini si può ritrovare anche in "Kachin Fighters" che ha permesso a Julius Schrank di aggiudicarsi il primo premi della categoria "vita quotidiana". Nella foto i combattenti dell’esercito di indipendenza del Kachin bevono e festeggiano a un funerale di uno dei comandanti (morto il giorno prima), mentre la città è sotto assedio da parte dell’esercito birmano.



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog