Cerca

Le tracce sullo smartphone

La notte dell'omicidio di Reeva
Pistorius stava guardando un porno

Il referto secondo gli innocentisti potrebbe scagionare l'atleta. Ma l'accusa insiste: "Non era una coppia felice"

Reeva Steenkamp e Oscar Pistorius

Reeva Steenkamp e Oscar Pistorius

La notte in cui avrebbe ucciso la sua fidanzata Reeva Steenkamp, il 14 febbraio del 2013, sparandole   attraverso la porta del bagno di casa sua a Pretoria, Oscar Pistorius era andato su Internet, aveva scaricato un film porno e se lo stava guardando. La notizia della perizia fatta sullo smartphone dell'atleta viene interpretata in modo differente dai colpevolisti e dagli innocentisti. 

Colpevolisti - Secondo la stampa sudafricana, verrebbe contraddetta la versione del velocista, che aveva invece parlato di una serata d’amore, senza tensioni. Il Saturday Star, nel riportare le risposte in 13 punti presentate alla difesa dalla procura, intenzionata a dimostrare che Pistorius è colpevole di omicidio premeditato e che aveva un motivo e l’intenzione diretta di uccidere la sua fidanzata, mette in rilievo proprio il quarto punto della lista. "Le attività sul web dell’accusato" - scrive il giornale, "sono in contrasto diretto con quelle di una coppia che si ama e trascorre del tempo insieme". La procura avrebbe anche ottenuto elementi d’accusa da parte di amici della vittima sul "comportamento" di Steenkamp "durante la relazione", oltre alla testimonianza di due vicini di casa che hanno sentito delle  urla di donna prima della sparatoria. Per la procura, prosegue il giornale, il campione paraolimpico non avrebbe chiamato la polizia o le guardie dalla sua residenza, nè chiesto aiuto, ma chiamato i suoi amici prima di "inventare una linea   di difesa". Pistorius, il cui processo si aprirà il prossimo 3 marzo, ha sempre detto di avere sparato attraverso la porta del bagno perchè  convinto che dietro si trovasse un intruso e non la sua fidanzata.

Innocentisti - Per gli innocentisti, invece, il referto potrebbe scagionare Pistorius, accusato dell'omicidio, perchè potrebbe essere la conferma che non si trovava con la sua donna. Alcune voci hanno però parlato di una crisi tra i due prima dell'omicidio. Intanto il campione, dopo un anno, ha pubblicato il suo dolore per la scomparsa della donna che ha detto di amare ancora. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • RaidenB

    24 Febbraio 2014 - 13:01

    La tesi del porno non regge perchè Pistorius aveva detto in precedenza che era a letto a dormire e di essere stato svegliato da rumori e di aver sparato perchè pensava ci fosse un ladro in bagno. Ora inventa che era a vedere un porno mentre qualcuno uccideva la sua fidanzata a fucilate. A parte il cambio di versione visto che è colpevole, ma uno che sente degli spari provenienti dal bagno non corre a vedere cosa succede né tenta di fermare il presunto assassino? La storia non regge.

    Report

    Rispondi

blog