Cerca

Honduras, Zelaya

incita alla rivolta

Honduras, Zelaya
 Dal vicino Guatemala dove si è trasferito dopo essere stato espulso il 28 giugno scorso, il deposto presidente dell'Honduras Manuel Zelaya ha chiamato alla rivolta i suoi sostenitori. Il popolo honduregno ha il “diritto costituzionale”, ha detto Zelaya, di rovesciare il nuovo governo di Roberto Micheletti, lo speaker della Camera diventato presidente de facto. Il presidente deposto ha chiesto una sollevazione popolare con scioperi, marce, blocchi stradali e occupazione di edifici pubblici che gli consenta di tornare in patria e reinsediarsi nell'incarico. La settimana scorsa ci sono stati i primi colloqui in Costa Rica, promossi dal presidente Oscar Arias e appoggiati da Washington, per risolvere la crisi politica con le due parti in causa.Due giorni fa Zelaya ha minacciato che se il governo ad interim di Micheletti non gli consentirà entro questa settimana il rientro a Tegucigalpa considererà fallito il tentativo di mediazione di Arias. Secondo la Corte suprema dell'Honduras, i militari e il governo Micheletti, Zelaya ha violato la costituzione nel tentativo di imporre un referendum che gli avrebbe consentito di essere rieletto presidente.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog