Cerca

La Cina dice a Obama

come gestire il bilancio

La Cina dice a Obama
 La Cina bacchetta gli americani sull’economia. Il colosso asiatico infatti ha investito il 70% dei suoi 2.130 miliardi di dollari di riserve in titoli Usa e dunque ora dice agli americani come gestire il proprio bilancio statale. “Come importante investitore di titoli di stato Usa, siamo certamente preoccupati per l'andamento dell'economia americana - ha detto Zhu Guangyao, braccio desto del ministro delle Finanze, durante una conferenza stampa - speriamo che le politiche economiche Usa producano quanto prima risultati più efficaci, che il deficit pubblico scenda gradualmente e che lo stato patrimoniale della Fed migliori”.
 L’intervento arriva perché si avvicina la sessione inaugurale dei colloqui bilaterali a livello governativo Usa-Cina che si terranno lunedì e martedì prossimi a Washington. La discussione verterà su temi cruciali di ampio raggio a livello economico e politico, sulle orme dell'iniziativa ideata dall'ex ministro del Tesoro Usa, Henry Paulson. La delegazione cinese sarà guidata dal vice Premier Wang Qishan e dal consigliere di Stato Dai Bingguo. «Il vice Premier proporrà chiaramente agli Usa di adottare politiche economiche responsabili, sia monetarie che fiscali, di mantenere sostanzialmente stabile il cambio del dollaro e garantire la sicurezza degli investimenti cinesi negli Usa» - ha spiegato Zhu, aggiungendo che la Cina riconosce la necessità di interventi per stimolare l'economia e contrastare la crisi finanziaria ma intende discutere con gli Usa come questo insieme di interventi possa contribuire a garantire una crescita sostenibile. Zhu ha sottolineato l'importanza del discorso fatto ieri da Bernanke al Congresso Usa sulle modalità di rientro della politica monetaria espansiva.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog