Cerca

Gioca troppo con un delfino

quasi muore assiderata

Gioca troppo con un delfino

Una giovane nuotatrice è stata tratta in salvo assiderata in una baia della Nuova Zelanda, ridotta allo stremo da un delfino che voleva continuare a giocare e le impediva di tornare a riva. La donna, riferisce l'agenzia neozelandese Nzpa, indossava una muta per affrontare le gelide acque invernali e conosceva bene il delfino di nome Moko, con cui gli abitanti del luogo amano giocare da quando si è stabilito a Hawkès Bay due anni fa, ma non si aspettava tanto entusiasmo. La donna è rimasta aggrappata ad una boa mentre Moko continuava a nuotare attorno a lei e si tuffava al suo fianco ogni volta che cercava di muoversi. È stata infine salvata da due persone richiamate dalla sue grida, che l'hanno raggiunta in barca. “Stava letteralmente morendo di freddo e non aveva più forza”, hanno detto. “Ho nuotato e giocato con Moko per qualche tempo. Sono una forte nuotatrice e al principio non mi sono preoccupata –  ha raccontato la donna –  ma quando volevo tornare, lui voleva continuare a giocare. Ero esausta e mi ha preso il panico. Mi sono resa conto che ero in pieno oceano con un animale selvatico e senza nessuno intorno... mi sono sentita davvero vulnerabile”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blackinmind

    27 Luglio 2009 - 14:02

    A voler "personificare" troppo gli animali. Fa un pò il paio con quelli che vogliono giocare con l'orsetto Knut e si buttano nel recinto, dimenticandosi che rimane sempre un orso...I delfini non sono certo pericolosi come un orso, ma restano sempre animali selvatici e come tali devono essere trattati e rispettati.

    Report

    Rispondi

blog