Cerca

Sudan, rinuncia all'immunità

Ora rischia 40 frustate

Sudan, rinuncia all'immunità

Aveva la possibilità di vestirsi come voleva senza correre rischi, ma Loubna Hussein, impiegata dell'Onu e giornalista, ha rinunciato all’immunità diplomatica. Ora rischia quaranta frustate per aver indossato i pantaloni in pubblico: per la legge vigente in Sudan è un reato, atti osceni in luogo pubblico, perché lei è una donna. Peraltro Loubna indossava dei pantaloni verdi in un ristorante ed era ampiamente coperta da uno scialle fino al bacino. Ciononostante adesso rischia le frustate. E lo fa volontariamente. Nessuna protezione diplomatica per portare agli occhi del mondo la situazione che si vive nel paese. Il suo processo è stato aggiornato al quattro agosto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog