Cerca

Fatwa contro il Buddha Bar

"L'alcool confonde i fedeli"

Fatwa contro il Buddha Bar
 È arrivata la fatwa indonesiana, la prima fatwa buddista che condanna l'uso dell'alcool tra i fedeli. La fatwa è stata lanciata da un movimento nato dopo una polemica che da mesi coinvolge quello che è stato il primo Buddha Bar in Asia. «Abbiamo emesso una Dharma Nioga. È come la fatwa dei musulmani – spiega Gunabadra Mahaprawira, vice presidente della Sangha Mahayana Indonesia – Serve a ricordare ai fedeli ciò che si può fare e cosa non si può fare». La Sangha Mahayana Indonesia è un'associazione di monaci buddisti che sostengono di essere i guardiani degli insegnamenti del Buddha Mahayana. Secondo Gunabadra, l'editto si è reso necessario perché le discussioni sul Buddha Bar hanno confuso l'atteggiamento dei buddisti riguardo all'alcool. “Abbiamo voluto rafforzare il messaggio e ricordare ai fedeli uno degli insegnamenti base del buddismo”. Giakarta è stata la prima città asiatica a ospitare un Buddha Bar, il franchising francese che ha locali in tutto il mondo. Nella capitale indonesiana, il locale, aperto lo scorso novembre, è stato subito accolto con le proteste della comunità buddista. L'Anti Buddha Bar Forum, un'organizzazione che riunisce diversi gruppi buddhisti, è riuscito a far cambiare il nome al ristorante, che adesso si chiama Bataviasche Kunstkring. Ma gli interni del locale, in linea con gli altri locali tematici, non sono cambiati. E la polemica continua. L'Anti Buddha Bar Forum chiede che le statue del Buddha vengano rimosse, mentre il ristorante ha fatto causa all'assessorato per il turismo di Giakarta, denunciando perdite provocate dal cambio di nome.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog