Cerca

Pakistan, i talebani negano

la morte di Baitullah Mehsud

Pakistan, i talebani negano
Mehsud non è morto. Dopo oltre un giorno di silenzio, i talebani smentiscono dunque categoricamente la voce del dell'uccisione di Baitullah Mehsud, capo della guerriglia islamica nel Sud Waziristan, zona pakistana al confine con l'Afghanistan. "È una montatura ridicola dei servizi segret", riferisce il notiziario online in lingua urdu della Bce, riportando le parole dell'altro capo talebano Hakimullah Mehsud, che controlla le milizie Tahreek-e-Taliban di tre aree tribali pashtun. Secondo Hakimullah è inverosimile che Baitullah si trovasse nella casa del suocero nel villaggio di Zandra, colpita mercoledì da un missile lanciato da drone americano, perché ciò è contrario alla tradizione pashtun.
Massima la cautela, al momento, del governo di Islamabad, anche se ieri sera il ministro degli Esteri, Shah Mahmood Qureshi aveva definito "piuttosto certa" la morte del presunto mandante della candidata presidente Benazir Bhutto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    09 Agosto 2009 - 16:04

    la mattina,quando esco di casa,mi rivolgo a Dio,sono un credente,e lo prego di fare in modo che possa capire il mio prossimo perchè,se riesco a capirlo,moltissimi problemi si risolvono d'incanto. Il problema dei Talebani,non è quello di combatterli fisicamente e magari vincere qualche battaglia con un costo altissimo di vite umane distrutte,ma di capire il perchè dei cittadini stranieri a quel territorio,hanno vestito l'uniforme della morte,soldati in guerra,e si sono recati in quei territori,arrogandosi il diritto di imporre, con la forza delle armi,un modo di vivere che non è il loro. Ma come si può pretendere di vincere un guerra di aggressione? - Si potranno vincere delle battaglie ma, la battaglia finale, avrà un costo altissimo di vite umane da ambo le parti e non risolverà mai,quello che si potrebbe avere con la comprensione,avendo il massimo rispetto degli altri. Questa terra Dio l'ha data a tutti e non ha dato a nessuno la la veste dell'educatore,questa si ottiene con l'amore e con la comprensione ed il rispetto delle parti. A buon intenditore,poche parole.

    Report

    Rispondi

blog