Cerca

In Turchia tavoletta anti-tasse

Protestavano già 1700 anni fa

In Turchia tavoletta anti-tasse
 Meno tasse per tutti. Questo slogan politico sembra funzionare alla grande già da diversi secoli, soprattutto se si esanimano le iscrizioni trovate su una tavoletta risalente a 1.700 anni fa. Le incisioni, infatti, lasciano pensare che anche nel terzo secolo era abitudine lamentarsi per le tasse troppo alte. La scoperta, riferita dal quotidiano turco Today's Zaman, è stata fatta in Turchia, durante gli scavi dell'antica Rhodiapolis, nell'attuale provincia di Antalya. “Oltre a diversi manufatti, abbiamo trovato altri resti sulla vita sociale delle persone”, ha spiegato Nevzat Cevik, capo del dipartimento di archeologia dell'università Akdeniz di Antalya. “Abbiamo trovato una tavoletta scritta da un messaggero che racconta di persone che si lamentano per le tasse alte”, ha detto Cevik, aggiungendo che il messaggio “era stato mandato all'imperatore per richiedere uno sconto”. “Se consideriamo che le persone chiedevano un abbassamento delle tasse sulle vendite e delle imposte sul reddito, possiamo supporre che verso il terzo secolo gli abitanti di Rhodiapolis non riuscivano a pagare le tasse”, ha concluso l'archeologo. La richiesta di una riduzione delle tasse fu inviata all'imperatore romano Settimio Severo che “diede luce verde e promise al messaggero che le tasse sarebbero state abbassate, ha spiegato Cevik . Subito dopo il suo ritorno a Rhodiapolis, il messaggero informò il leader ed in suo onore fu eretta una stele nell'agorà”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog