Cerca

Russia, bomba contro la polizia

Diciotto le vittime

Russia, bomba contro la polizia
 Un camion imbottito di tritolo è esploso stamattina fuori da una sede della polizia in Inguscezia, turbolenta regione russa al centro dell’ultimo conflitto russo-georgiano, uccidendo 18 persone. Negli ultimi mesi l'Inguscezia, a maggioranza musulmana e confinante con la Cecenia, ha assistito a un aumento dei livelli di violenza e illegalità che secondo il Cremlino e le autorità locali sarebbero opera dei ribelli islamici. Il camion - ha spiegato Kaloi Akhilgov, portavoce della presidenza della regione - è esploso vicino alla caserma di Nazran. "Praticamente tutte le auto e gli edifici nel cortile della caserma sono stati completamente distrutti" dai 50 kg di tritolo caricati sul camion, ha detto una fonte delle forze dell'ordine. La bomba è esplosa mentre i poliziotti erano in fila per l'ispezione mattutina. I leader russi hanno espresso preoccupazione per il clima teso in Inguscezia e nelle vicine province del Caucaso settentrionale. Il presidente della regione, Yunus-Bek Yevkurov, è stato vittima di un attentato a giugno. Al momento si sta riprendendo dopo un periodo in terapia intensiva. Secondo i critici, dietro le tensioni ci sono la corruzione e l'abuso di potere da parte delle autorità. Yevkurov, ex parà messo dal Cremlino alla presidenza della regione per riportare l'ordine, ha promesso di combattere sia i ribelli che i funzionari corrotti.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog