Cerca

Segreto bancario, Ubs cede

Nomi di 4.500 furbetti agli Usa

Segreto bancario, Ubs cede
L’Ubs fornirà agli Stati Uniti i nomi dei cittadini americani che hanno un conto in Svizzera. Dopo una lunga trattativa, è arrivata la firma tra il governo di Washigton e il colosso bancario elvetico che si impegnerà a svelare i nomi di 4.450 clienti per un totale di 10.000 conti. La rivelazione è arrivata dal Wall Street Journal ed è stata confermata dal presidente delle Confederazione Hans-Rudolf Merz. I colloqui erano stati avviati la scorsa settimana e oggi il ministero della Giustizia americano ha reso noto che l’accordo non prevede multe a carico di Ubs.
L'accordo prevede, inoltre, che gli Stati Uniti abbiano accesso a termine a una banca dati relativa a 10mila conti intestati a cittadini americani contro i 52mila richiesti dall'Irs, l'Agenzia delle entrate americana.
Prima dello storico accordo di oggi, si era profilata la possibilità di una causa civile: le autorità Usa volevano costringere Ubs a rivelare i nomi di 52 mila clienti americani sospettati di reati fiscali. Per tre volte di seguito il giudice della Florida Alan Gold aveva concesso rinvii del processo per permettere una soluzione extragiudiziale.
Ai negoziati hanno partecipato anche rappresentanti delle autorità elvetiche per fare in modo che l'intesa non violasse le disposizioni svizzere relative al segreto bancario.
Il Governo svizzero ha concordato con le Autorità Usa di esaminare altre richieste di informazioni da parte degli Stati Uniti su banche elvetiche, oltre a Ubs, che potrebbero avere evasori fiscali statunitensi tra i propri correntisti. Lo ha annunciato il Fisco Usa, in concomitanza con la firma da parte di Svizzera e Stati Uniti dell'accordo extragiudiziale su Ubs. La richiesta di informazioni sarà possibile in futuro «nella misura in cui si basa su un modello di eventi e circostanze equivalenti a quelle constatate nel caso di Ubs»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marco.jaeggi

    20 Agosto 2009 - 11:11

    il vostro sistema di blog non funziona. Spesso il tentativo di uploadare del testo da come risultato il messaggio: "Il commento contiene caratteri non validi." Naturalmente senza specificare di quali caratteri si tratta.

    Report

    Rispondi

blog