Cerca

Tragedia Hudson, il controllore

scherzava sul gatto al barbecue

Tragedia Hudson, il controllore
 Uno scambio di battute su un “gatto morto alla griglia”, poi l'impatto. Un incidente, quello dell'8 agosto, in cui sono morti, oltre ai cinque italiani, il pilota neozelandese dell'elicottero e una famiglia di tre persone che volava sul piccolo Piper. L'impressionante sequenza della conversazione tra il controllore di volo della torre di Teterboro e una ragazza, probabilmente la fidanzata, prima dello scontro in cielo tra un Piper e l'elicottero turistico che trasportava cinque italiani: i due scherzano sulle pietanze da preparare, in questo caso sarebbe toccato a un gatto finire sui fornelli.

La conversazione al telefono - l controllore aveva chiamato la donna, al lavoro nell' ufficio servizi aeroportuali: “Hai abbastanza benzina nella griglia?”, dice lui: “Metti quel gatto sul fuoco”. L'altra risponde: “Disgustoso, augh, questa cosa è disgustosa”. Secondo la trascrizione della chiacchierata i due hanno continuato a scherzare fino a pochi secondi dall'impatto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sergiantonio

    20 Agosto 2009 - 19:07

    Già un commento del genere, per chi ama i gatti,può apparire sintomatico di coglionaggine acuta. Se poi a farlo è un controllore di volo in servizio che anziche allo schermo radar si dedica a faccende diverse è da licenziamento in tronco. Se poi da ciò ne deriva un dramma, sulla griglia andrebbe messo lui.

    Report

    Rispondi

blog