Cerca

Brasile, divorzo su internet

Basterà un clic per dirsi addio

Brasile, divorzo su internet
 Ormai non ci sono più limiti su quello che si può fare su internet. Dopo lo psicologo, sul web è arrivato anche il divorzio È in discussione, infatti, al parlamento brasiliano un progetto di legge che, se approvato, permetterà alle coppie senza figli minorenni, o incapaci, di divorziare in modo consensuale via internet, evitando cioè di recarsi in tribunale. Secondo il progetto presentato dalla parlamentare Patricia Saboya, e in questi giorni in discussione al Senato, l'iniziativa per separazioni e divorzi consensuali via web conta sul sostegno del ministero della giustizia e del governo del presidente Luis Lula da Silva, che da tempo stanno promuovendo l'uso di internet in una serie di pratiche e procedimenti. L'idea del progetto è che marito e moglie che intendono divorziare di comune accordo possano mandare on-line tutte le carte relative alla pratica, evitando così lo stress di recarsi per l'udienza in tribunale e di fare dichiarazioni davanti al giudice. L'approvazione della normativa, aggiungono gli esperti brasiliani, permetterebbe d'altra parte di risparmiare sia alle coppie che vogliono divorziare “con un clic dal computer” sia allo Stato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    23 Agosto 2009 - 19:07

    Se tra due coniugi,le cose non vanno più,e si è consenzienti alla separazione,le parti contraenti,senxa alcun avvocato che ti spella vivo per la parcella che ti chiede,dovrebbero,a domanda presso un giudice di Pace, esauditi per la richiesta di divorzio.

    Report

    Rispondi

blog