Cerca

Malaysia, modella beve birra

Sei frustate dopo il Ramadan

Malaysia, modella beve birra
Le frustate a Kartika Sari Dewi Shukarno non sono state sospese. Solo rinviate a dopo il ramadan. La Malaysia ci tiene a sottolinearlo. La modella trovata a bere alcolici in un night club di Pahang sarà punita come si deve: «La punizione non è stata annullata, è stata rinviata a causa del Ramadan», ha dichiarato infatti Mohamad Sahfri Abdul Aziz, il responsabile per la religione dello Stato di Pahang. C'è una foto che inchioda la modella alla sua colpa, un boccale di birra. La condanna doveva essere eseguita oggi, ma era stata bloccata dalle autorità senza precisarne il motivo. In Malaysia esistono due tribunali: quello civile che giudica i cittadini di varie religioni, e quello islamico solo per i musulmani. L'alcol, nel Paese, è severamente vietato per loro: ma di solito le donne sorprese a bere venivano solo multate, e le frustate erano riservate agli uomini. La sentenza per Kartika è esemplare: e le autorità islamiche di Kuala Lumpur non vogliono farne a meno, nonostante le proteste nazionali e internazionali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Shift

    24 Agosto 2009 - 12:12

    Immagino che, visto l'andazzo, la stessa cosa toccherà prima o poi anche a noi in occidente e in Italia. Continuate a mettere la testa sotto la sabbia come gli struzzi e vedrete che belle sorprese ci darà l'islamismo e i politici cret... che non fanno niente per contrastarlo.

    Report

    Rispondi

  • albertobertoni

    24 Agosto 2009 - 12:12

    Non sono un sadomaso appassionato di frustate e altre boiate del genere. Commento solo perché questa mi pare l'ennesima megaidiozia di certo islam. Attenzione: la Malaysia è uno dei paesi islamici più avanzati tant'è che la legge islamica non viene imposta ai non islamici e questo va detto a loro merito. Ciò che è assurdo, però, è che si debba punire la gente per cazzate come un bicchiere di birra, quasi che per andare in Paradiso fosse necessario essere astemi. Oh, non scordiamo che uno che nasce islamico non può cambiare religione altrimenti può addirittura essere messo a morte...vedasi il caso di Magdi Cristiano Allam che di minacce ne ha ricevute più d'una. Per cui nascere islamico significa, per moltissimi, dover accettare vita natural durante di vivere in mezzo alla superstizione col pericolo magari di essere ammazzati dai soliti idioti: le avete viste su you tube le "esecuzioni" di donne considerate adultere...e perché una donna islamica sia considerata adultera basta che subisca stupro! Cari Italiani, ciò che troppi di voi non vogliono capire è che il lasciare entrare gente che, quando va bene, frusta un'altro essere umano perché ha bevuto una birra è un'emerita idiozia oltre che un tragico errore. Siamo troppo diversi per cui che ognuno se ne stia a casa sua e fine della storia, noi a farci qualche bicchiere di tanto in tanto e loro a pensare di essersi guadagnati il paradiso perchè non hanno toccato alcool. Ascoltate: bisogna rimandarli tutti a casa! Ciao

    Report

    Rispondi

blog