Cerca

Cecenia, attentato suicida

Morti 4 ufficiali di polizia

Cecenia, attentato suicida
 La guerriglia cecena torna ad alzare la voce. “Un attentatore suicida si è avvicinato a cinque ufficiali di polizia mentre aspettavano che venisse lavato il loro veicolo a un lavaggio auto e ha attivato un congegno artigianale, nascosto sotto gli abiti - ha detto una fonte delle forze di sicurezza, precisando che l'attacco è avvenuto nel distretto di Shali - Quattro ufficiali sono rimasti uccisi sul colpo”, mentre un quinto è rimasto gravemente ferito.

 Condanna a morte per i negoziati - La sedicente Corte suprema della Sharia dell'Emirato del Caucaso ha condannato a morte un esponente storico degli indipendentisti ceceni, Akhmed Zakaiev, residente a Londra e autoproclamatosi primo ministro del governo ceceno separatista in esilio. Lo annuncia la guerriglia cecena su due siti considerati vicini ai ribelli, Kavkazcenter.com e Islamdin.ru. “Zakaiev ha abbandonato l'Islam riconoscendo legittimo il governo di Ramzan Kadyrov (il presidente ceceno, ndr)”, si legge nel testo. Il documento allude evidentemente alla decisione di Zakaiev di partecipare a negoziati con rappresentanti del presidente filorusso Kadyrov, prima a Oslo e poi a Londra. Negoziati nei quali è stato concordato di convocare un congresso mondiale ceceno per instaurare una pace durevole. “La corte ha dichiarato che l'uccisione di questo apostata è un dovere di ogni musulmano se non si pente pubblicamente”, prosegue il testo. Zakaiev è ricercato come terrorista da Mosca, ma Grozny chiede per lui un'amnistia.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog