Cerca

L'Indonesia affitta le sue isole

"Così rilanciamo l'economia"

L'Indonesia affitta le sue isole
 Si può realizzare in Indonesia il sogno di avere un'isola tropicale tutta per sé. Il ministro per la Marina e la Pesca, Freddy Numberi, ha spiegato infatti al quotidiano 'Surya’ che si stanno valutando forme di affitto per gli stranieri, che prevedono il godimento esclusivo di un'isola dell'arcipelago indonesiano in cambio di un impegno per il suo sviluppo e per attrarre investimenti esteri. Tra i motivi per cui dovrebbe essere una buona idea c’è il problema dell’innalzamento dei mari: “E' un piano intelligente, considerando la grave minaccia posta dall'innalzamento del livello dei mari", ha detto Syamsul Mariif, un funzionario del ministero responsabile per le isole e le aree costiere.

Chi è pronto ad accogliere turisti - Tra le province pronte ad aderire all'iniziativa c'è quella di Riau, situata tra la Malaysia e Singapore e composta da 1795 isole, di cui solo 394 abitate. Il governatore della provincia, Ismeth Abdullah, ha detto al 'Jakarta Post' di vedere di buon occhio la possibilità che stranieri partecipino alla gestione di alcune isole della sua provincia. Sulla stessa lunghezza d'onda Rustamrin Akuba, il direttore del comitato di investimenti della provincia di Gorontalo, al sud di Sulawesi, cha ha detto che Gorontalo sta considerando la richiesta fatta da investitori di Singapore, che vorrebbero tre isole. Non ci sono informazioni su quanto possa costare l'affitto né sulla sua durata.

L'Indonesia è l'arcipelago più grande al mondo, con oltre 17mila isole, ma solo cinquemila hanno un nome e ancora meno sono abitate. Inoltre gli stessi rappresentanti del governo raccontano che continuano a scoprire nuove isole. Tante di quelle disabitate sono considerate veri e propri paradisi per le immersioni e hanno grandi potenzialità turistiche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog