Cerca

I ritratti delle donne kamikaze

fanno scoppiare la polemica

I ritratti delle donne kamikaze
 Sette kamikaze palestinesi rappresentate adesso come Madonne rinascimentali che abbracciano Gesù Bambino: questa l'idea provocatoria di due pittrici israeliane, Galina Bleich e Lilia Check, che stasera presenteranno al pubblico sette delle loro opere nel Beit Sokolov, il circolo stampa di Tel Aviv. Come prevedibile, la loro iniziativa sta destando prime proteste di esponenti politici e di congiunti delle vittime degli attentati terroristici compiuti dalle giovani donne palestinesi. Al quotidiano Yediot Ahronot la pittrice Lilia Check ha detto di essersi interrogata sulla metamorfosi di una donna – “che dovrebbe essere l'incarnazione dell'amore e della maternità“ - in uno strumento di odio. Accanto ai quadri, ha aggiunto, sono esposte zolle di terra prelevate dai luoghi dove sono avvenuti gli attentati e sono ricordate le vittime. “Vogliamo avvertire che l'attuale periodo di calma potrebbe essere solo transitorio”, ha aggiunto. La apertura della mostra è stata fissata per stasera. Secondo Yediot Ahronot un deputato del Likud ne ha chiesto la chiusura ma il responsabile del circolo stampa ha replicato di essere tenuto a rispettare la libertà di espressione artistica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog