Cerca

Marrakesh, per la prima volta

donna a capo della provincia

Marrakesh, per la prima volta
 Per la prima volta una donna è stata nominata presidente del Consiglio provinciale di Marrakesh, città a sud di Rabat. Secondo quanto riferisce il giornale arabo 'al-Sharq al-Awsat', si tratta di Jamila Afif del partito filo governativo di «Tradizione e Modernità», che già lo scorso mese aveva visto una sua dirigente, Fatima Zahra Mansuri, nominata sindaco della stessa città marocchina.

Quarta donna al potere - Si assiste a uno scenario senza precedenti nella storia del Marocco, se si pensa che Afif è la quarta donna a essere nominata ad assumere un incarico istituzionale in ambito locale nel paese dopo le recenti elezioni amministrative. Prima di lei, oltre alla Mansuri, era stata nominata presidente del consiglio comunale di al-Nakhil un'altra insegnante, Milouda Hazib, mentre Zakiya Mirani è stata nominata presidente del consiglio comunale di Jaliz. Va aggiunto che le quattro nuove amministratrici locali marocchine fanno parte dello stesso partito fondato solo pochi mesi fa e considerato molto vicino al re Muhammad VI.

L’elezione - La Afif, che insegna in una scuola superiore di Marrakesh, è stata nominata presidente del Consiglio provinciale mercoledì notte, durante una seduta fiume durata diverse ore, con 32 voti a favore su 34 consiglieri provinciali. Eletta come consigliera provinciale nel corso delle elezioni dello scorso 26 agosto con una lista indipendente, ha annunciato l'adesione al partito di 'Tradizione e Modernità' subito dopo la nomina. Le consultazioni provinciali di Marrakesh sono state infatti vinte dai partiti di centro, come quello Liberale che ha ottenuto 6 consiglieri e quello di 'Tradizione e Modernità' che ne ha ottenuti 5, mentre sono stati eletti 15 consiglieri indipendenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog