Cerca

Sogna di fare un rapinatore

Scopre di esserlo davvero

Sogna di fare un rapinatore
 Ha sognato di rapinare un supermercato armato di pistola, ha raccontato a sua madre "l'incubo notturno" e in quattro e quattr'otto ha scoperto non solo di aver rapinato veramente l'esercizio, ma è stato anche arrestato. Altro che incubo, per Mark Lester, 36 anni, di Norwich, Gran Bretagna, racconta oggi il Daily Mail.

Lo scorso marzo il giovane era entrato in un supermercato indossando una felpa con cappuccio e un paio di occhiali da sole ed era rimasto fermo e tranquillo, per cui i commessi avevano creduto che fosse cieco. Katrina Ross, 25 anni, gli si era avvicinata offrendogli aiuto, ma Lester l'aveva afferrata, puntandole la pistola alla tempia. La ragazza era riuscita a sottrarsi con l'inganno: aveva convinto il rapinatore a lasciarla andare per cercare la chiave della cassa, poi si era barricata in bagno con i colleghi. Lester a quel punto se ne era andato a mani vuote.

La mattina dopo la tv locale ha diffuso le immagini della rapina, riprese dalle telecamere di controllo del supermercato, e la madre aveva riconosciuto il figlio, che poi è stato arrestato. Lester, che ha dichiarato alla polizia di non ricordare nulla, ha comunque evitato una pena detentiva.

In questi giorni è arrivata la sentenza del giudice, nella quale viene riconosciuto che l'uomo soffre di una rara malattia che gli causa dei blackout, che gli impediscono di ricordare le sue azioni. Così Lester, che non ha precedenti penali, è stato condannato a un anno con sospensione della pena e obbligo di trattamento medico psichiatrico. Il giudice che ha seguito il caso, Paul Downes, gli ha detto: «Le persone che entrano nei negozi anche solo con una pistola giocattolo sono condannate a lunghe pene, ma in base alle prove a tuo carico è evidente che hai bisogno di aiuto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog