Cerca

Protesta in Belgio, i clandestini

si cuciono la bocca

Protesta in Belgio, i clandestini
Anche il Belgio ha problemi con i clandestini. Alcuni immigrati che stanno protestando a Liegi (sud est del Belgio) per ottenere il permesso di soggiorno, infatti, hanno cominciato uno sciopero della fame e si sono cuciti la bocca per marcare la loro determinazione. Dal 2 settembre scorso sono cinque in tutto i clandestini che si sono cuciti la bocca, gli ultimi due stamattina. In 75 hanno occupato martedì la stazione di Bressoux e 37 hanno deciso di fare lo sciopero della fame. Sabato tre di loro hanno deciso di cucirsi la bocca e stamattina altri due hanno seguito il drammatico gesto. Tra gli altri, ha riferito con preoccupazione un portavoce di un Comitato di sostegno ai 'sans papier'   molti hanno anche smesso di bere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allengiuliano

    08 Settembre 2009 - 15:03

    Quelli che sono su di peso sanno cosa fare! Altro che interventi con chiusura dello stomaco, quattro punti e via! Solo che questi quattro /cinque punti dovrebbero darseli anche i compagni che sparlano sempre su tutto. Ora il Belgio è peggio di noi, solo che noi di clandestini ne abbiamo molti di più e ne continuano ancora ad arrivare, però nessuno in Italia ancora si è cucito la bocca. Io propenderei di chiudere loro qualcosaltro...... Le frontiere.

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    08 Settembre 2009 - 13:01

    Prima ancora di pensionarmi a chi mi chiedeva cosa bisognava fare per perdere peso e prima ancora l'appetito, io tra il serio ed il faceto gli consigliavo di cucirsi la bocca ed affidarsi ad una cannuccia per solo succhiare cibi liquidi. Ed ecco che la cosa si è materializzata in quella foto riportata a lato della pillola. Che strano il mondo, di tutto, di più.

    Report

    Rispondi

  • par28648

    08 Settembre 2009 - 13:01

    Ma non eravamo solo noi i barbari torturatori di miseri clandestini? Comunque invito i belgi ,per esser certi che non si tratti di digiuni "pannelliani",a fornire loro anche del buon attack o altro idoneo sigillante, tanto in caso di necessità le somministrazioni indispensabili bossono essere effettuate anche via enteroclisma.

    Report

    Rispondi

blog