Cerca

La sparizone di Netanyahu?

Una missione segreta russa

La sparizone di Netanyahu?

Una missione segreta ed improvvisa in Russia: questa la spiegazione offerta oggi dal quotidiano Yediot Ahronot delle 14 ore in cui Benyamin Netanyahu si è reso lunedì irreperibile. Ma l'ufficio del premier ribadisce: quel giorno Netanyahu era in Israele, in una installazione di sicurezza. Da parte sua il giornale collega la visita del primo ministro in Russia con quella compiuta alcune settimane fa dal capo dello stato Shimon Peres, che ha incontrato a Soci il presidente russo Dimitri Medvedev. Le relazioni fra Gerusalemme e Mosca si stanno molto avvicinando, nota Yediot Ahronot. Nei giorni scorsi lo stesso Yediot Ahronot ha lasciato intendere che proprio informazioni giunte da Israele abbiano consentito ai servizi segreti russi di risolvere il mistero della Arctic Sea, la nave scomparsa per alcune settimane e poi riapparsa a largo di Capo Verde, nell'Oceano Atlantico. Secondo il giornale su quella nave si trovavano missili S-300 diretti verso l'Algeria e destinati all'Iran o alla Siria.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog