Cerca

Lanciò scarpa a Bush, liberato

per lui pronti cavalli d'oro

Lanciò scarpa a Bush, liberato
Sono già pronti i doni e le medaglie per Montazer al-Zaidi, il reporter della tv irachena che uscirà dal carcere lunedì prossimo dopo aver scontato una condanna di nove mesi per aver lanciato le scarpe a George W. Bush. L'emiro del Qatar, per esempio, gli ha promesso in dono un cavallo d'oro, mentre il leader libico Muammar Gheddafi ha in serbo per Zaidi una bella medaglia, l'onorificenza più importante che viene consegnata da Tripoli, spiega il website di Baghdadia, l'emittente per la quale lavora il cronista. Oltre a doni e medaglie, Zaidi ha ricevuto promesse di matrimonio, di denaro e di incarichi politici ma, secondo i colleghi, tornerà a fare il suo lavoro, per il quale è stato retribuito anche nel periodo passato in carcere. “Da quello che so perché me lo ha detto lui, e ci parliamo ogni settimana, tornerà a lavorare per Baghdadia” ha detto Abdul-Hamid al-Saeh, manager dell'emittente tv di base al Cairo. I familiari del cronista avanzano però dubbi in proposito, temendo che la condanna possa avergli fatto cambiare idea.

Capostipite di una serie di lanciatori di scarpe contro i potenti della terra, Zaidi lanciò le sue contro Bush, che le evitò con uno scarto, il 14 dicembre scorso a Baghdad, gridandogli “questo è il bacio di addio degli iracheni, cane”. Il suo gesto contro l'allora presidente Usa, in conferenza stampa con il primo ministro iracheno Nuri al-Maliki, fece il giro del mondo e poi è stato copiato diverse volte. A farne le spese, tra gli altri, il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad e il primo ministro cinese Wen Jiabao.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog