Cerca

Cercando una studentessa

trovano un cadavare a Yale

Cercando una studentessa
Dall’ipotesi di una donna in fuga dal matrimonio, a quella di omicidio. A Yale tiene tutti pensano a Annie Le, 24 anni, che doveva sposarsi ieri. Oggi si pensa che sia suo il cadavere trovato infilato in un muro del laboratorio dove è stata vista viva per l’ultima volta martedì. Il corpo della ragazza non è ancora stato identificato, ma Peter Reichard, l’assistente del capo della Polizia di New Haven, ha già detto che per le autorità si tratta di Annie. La giovane, figlia di immigrati vietnamiti, stava studiando farmacologia e la sua sparizione ricorda il caso di Susanne Jovin, 21 anni, studentessa il cui corpo fu trovato nel 1998 nelle vicinanze del campus. Somiglianze che hanno spaventato gli studenti che sono al lavoro nei laboratori come Lucas Cheadle, 26 anni, che sta finendo un dottorato in neuroscienze: “La mia percezione del pericolo ormai è cresciuta”.

"Occhio ai pericoli" - In febbraio Annie Le aveva scritto un articolo su come evitare di diventare vittime di crimini. “Come in tutte le città anche a New Haven ci sono dei pericoli – aveva scritto – ma con un po’ di attenzione si può evitare di diventare un’altra statistica”. Ora forse anche Annie Le è diventata parte di quelle statistiche, intanto l’imponente ricerca messa in piedi dalle forze dell’Ordine continua fino alla conferma dell’identità del corpo trovato nel laboratorio. Per chi fornisse indicazioni sul suo ritrovamento è ancora attiva anche una taglia da 10mila dollari, mentre gli investigatori stanno setacciando le abitazioni vicine al laboratorio e ogni intercapedine e orifizio degli edifici universitari di Amistad Street dove è stato rinvenuto il corpo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog