Cerca

Il Sun abbandona i laburisti

"La loro politica ha fallito"

Il Sun abbandona i laburisti
La stampa è schierata contro la sinistra. Naturalmente non si parla dei giornali italiani, ma di quelli inglesi. Oggi il tabloid The Sun, il più venduto tra i britannici con oltre tre milioni di copie al giorno, toglie il suo sostegno al Labour, il partito di sinistra al governo da 12 anni. Una scelta che il premier Gordon Brown, succeduto a Tony Blair alla leadership del partito, non sembra considerare un problema nonostante l’avvicinarsi delle elezioni politiche 2010: “Sono i cittadini che decidono le elezioni, io sono interessato al punto di vista dei britannici”. Alla domanda se crede che il supporto del quotidiano più venduto possa decidere l’esito delle elezioni, Brown risponde con un deciso diniego. E aggiunge: “Ho una concezione passata di moda: sui giornali si cercano notizie non opinioni”. Non deve essere dello stesso parere l’ex leader del Labour Neil Kinnock che si dice aver perso le elezioni del 1992 proprio perché il Sun gli aveva tolto il suo sostegno.

Intanto il primo ministro continua ad evitare l’incontro all’americana, dibattito in televisione, con David Cameron, rampante leader dei conservatori (i Tory), e Nick Clegg, a capo dei liberaldemocratici: “È una questione che va affrontata in un periodo più vicino alle elezioni”. “Sto per intraprendere un tour per tutte le regioni del Paese nelle prossime settimane per portarci la mia politica: la prima cosa da fare è spiegare alla gente come stiamo portando il Paese fuori dalla crisi, le grandi decisioni che dobbiamo prendere, perchè hanno fatto la scelta giusta, perché altri paesi stanno seguendo ciò che abbiamo fatto noi e perché possiamo garantire loro che stiamo facendo più delle altre nazioni per il lavoro e per i proprietari di case”. Brown ha poi elencato le nuove misure che ha intenzione di prendere per risolvere i problemi urgenti del Paese, ricevendo le critiche di George Pascoe-Watson, editorialista politico del Sun: Brown non ha parlato abbastanza dei problemi cruciali del Paese come Afghanistan e sicurezza e alcuni annunci politici sono apparsi gratuiti. “Dopo quattro anni sentiamo che hanno deluso la nazione e i lettori del Sun. – ha detto Pascoe-Watson – Siamo impressionati da David Cameron, ma per i Tories rimarremo un amico critico come lo siamo stati per il Labour”.

L’attacco del Sun – Dalla prima pagina il Sun annuncia che il proprio appoggio alla sinistra inglese è stato tolto. Punto per punto in un articolo in cui il quotidiano dichiara il suo appoggio ai conservatori del Tory vengono elencati i fallimenti dell’attuale esecutivo. I laburisti hanno fallito sulla sicurezza: il loro slogan “duri contro il crimine, duri contro le cause del crimine” viene sbeffeggiato nel Paese. I criminali sono liberi nel nome della correttezza, mentre la gente per bene in uno Stato di polizia virtuale.  Hanno fallito sulla scuola: nonostante qualche miglioria dagli istituti scolastici i giovani escono senza aver imparato a leggere e a far di conto. Hanno fallito sulla Sanità dove sono stati bruciati miliardi. Lo stesso sull’immigrazione, aprendo le frontiere senza alcun riguardo. Hanno mancato nei confronti dei bambini, che avevano annunciato essere una loro priorità: dopo dodici anni la Gran Bretagna è ufficialmente il peggior paese, tra quelli sviluppati, in cui far crescere dei figli. Un fallimento anche il rapporto con i militari in Afghanistan, lasciati con pochi soldi e la guida confusionaria del Segretario alla Difesa Bob Ainsworth. “Hanno avuto una chance – insiste il Sun – e hanno fallito. Questo è un fatto da cui Gordon Brown non può sfuggire, nonostante la sua retorica, il suo riscrivere la storia, la sua assurda caricatura dei senza cuore Tories, le sue stanche promesse di risolvere problemi che il suo partito ha avuto 12 anni per risolvere. – e conclude – Il Sun crede, e spera, che la leadership dei conservatori possa riportare la parola grande nel termine Gran Bretagna”.

Michelangelo Bonessa

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Shift

    30 Settembre 2009 - 15:03

    Toh! Gli inglesi improvvisamente si son svegliati! Ora bisogna vedere se son capaci di cambiar registro. In Italia è una cosa impossibile, da noi sembra di camminare nelle sabbie mobili, in Gran Bretaqgna potrebbe anche accadere. In tal caso i soliti copioni italiani forse prenderanno esempio, perchè da soli non hanno il coraggio di farlo, gli serve sempre la balia. God save the Queen!

    Report

    Rispondi

  • alphacento

    30 Settembre 2009 - 15:03

    Il Sun appoggia sempre il partito politico che fa più comodo a Murdoch. Si vede che i laburisti non sono più favorevoli alle sue industrie. Alla fine lui usa i giornali di sua proprietà per promuovere i suoi interessi, un po' come fa Berlusconi. L'unica differenza è che Murdoch non è capo del governo.

    Report

    Rispondi

blog