Cerca

Foto pedofile nel computer

In manette vescovo cattolico

Foto pedofile nel computer
La Chiesa cattolica canadese è scossa da un nuovo scandalo, con un vescovo della Nuova Scozia che si è dovuto dimettere dopo la scoperta di foto pornografiche infantili nel suo computer portatile e l'emissione di un mandato d'arresto a suo carico. E' in occasione di un controllo di routine effettuato a caso all'aeroporto internazionale di Ottawa che delle immagini compromettenti sono state scoperte dai funzionari del servizio di frontiera nella memoria del laptop di monsignor Raymond Lahey, 69 anni, vescovo della diocesi di Antigonish, che rientrava da un viaggio all'estero. Il presule è stato arrestato all'aeroporto il 15 settembre scorso, poi rilasciato, ma il suo computer e "altri apparecchi di comunicazione" sono stati sequestrati, ha precisato ieri sera la polizia di Ottawa in un comunicato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Shift

    01 Ottobre 2009 - 12:12

    Ecco santità un'altra, fra tante, dimostrazioni pratiche del parlar bene e razzolare male dei suoi stessi "pastori". Invece di preoccuparvi della moralità dei laici E POLITICI, che ovviamente è diversa da quella della Chiesa, vi dovete preoccupare della vostra moralità, ormai da tempo a ramengo. Date il buon esempio.

    Report

    Rispondi

blog